CIR2020

Crugnola-Ometto su Citroën C3 R5 vincono il Campionato Italiano Rally

Una stagione dai mille risvolti che alla fine vede la vittoria di gara e di campionato dell'equipaggio Crugnola-Ometto con la Citroën C3 R5. Andreucci-Andreussi conquistano il titolo due ruote motrici con la debuttante 208 Rally4

di Giulia Paganoni

default onloading pic

Una stagione dai mille risvolti che alla fine vede la vittoria di gara e di campionato dell'equipaggio Crugnola-Ometto con la Citroën C3 R5. Andreucci-Andreussi conquistano il titolo due ruote motrici con la debuttante 208 Rally4


2' di lettura

Adrenalina ai massimi giri fino alla fine. La stagione 2020 del Campionato Italiano rally ha vissuto non poche difficoltà, come la disciplina in generale, e tanti, tantissimi colpi di scena.

Alla fine il duello per l'assoluta era tra Crugnola su Citroën C3 R5 e Basso su Volkswagen Polo.

Loading...

Citroën C3 R5 vittoriosa con Crugnola-Ometto

Il Rally Tuscan Rewind è stato l'ultimo appuntamento del Cir2020 e anche quello decisivo. I protagonisti erano già stati annunciati dalle altre gare, Andrea Crugnola con Pietro Ometto su Citroen C3 R5 e Giandomenico Basso insieme a Lorenzo Granai su Volkswagen Polo R5.

I due equipaggi sono arrivati sulla terra toscana con soli quattro punti in favore della secondi ma con una grossa opportunità per i primi: il coefficiente 1,5 della gara.

Sin dai primi passaggi sulle prove speciali, Basso non ha trovato il giusto feeling con la sua Vw Polo, mentre Crugnola ha iniziato a spingere imponendosi alla testa della corsa e riuscendo poi, con grande professionalità, a gestire il vantaggio accumulato.

Sulla pedana d'arrivo, l'equipaggio della Citroën ha festeggiato la seconda posizione assoluta, dietro al boliviano Bulacia vincitore del titolo italiano terra, e il tanto atteso titolo italiano. Mentre Basso-Granai sono stati costretti sull'ultima ps al ritiro a causa della rottura di un cerchio.

La Peugeot 208 Rally4 viene il titolo 2RM al debutto con Ucci-Ussi

L'undicesima edizione della gara Toscana, oltre ad assegnare due dei titoli più ambiti (Cir e Cirt) ha deciso anche quello del due ruote motrici. Il titolo è andato a Paolo Andreucci, quest'anno in gara sempre con Anna Andreussi con la debuttante Peugeot 208 Rally4, auto nata dalla versione di serie della nuova generazione della citycar 208.

Il titolo costruttori due ruote motrici è stato assegnato al marchio Ford con 140 punti.

Classifiche finali

Il campionato italiano rally è stato assegnato a Crugnola-Ometto con 67,5 punti, seguiti da Basso-Granai a 49 e Signor-Pezzoli a 40.

Mentre il due ruote motrici è andato ad Andreucci-Andreussi con 67,5 punti, seguiti da Nicelli a 50 e Campanaro a 48.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti