palazzo dei marescialli

Csm, al debutto nuovo portale all’insegna della trasparenza

di Vittorio Nuti

default onloading pic
(ANSA)


2' di lettura

Operazione trasparenza per il Consiglio superiore della magistratura, almeno sul fronte della comunicazione istituzionale. Da lunedì prossimo, 13 febbraio, sarà infatti on line il nuovo sito web (www. csm.it) dell'organo di autogoverno dei magistrati, con la mission di rendere Palazzo dei Marescialli, la storica sede di piazza Indipendenza a Roma, una “casa di vetro” virtuale, aperta a cittadini, studiosi e addetti ai lavori.

«Non si tratta un mero restyling - ha assicurato il vicepresidente del Csm Giovanni Legnini presentando la nuova versione del sito - ma un progetto ambizioso, teso non solo a migliorare la comunicazione ma a cambiare la qualità oltre che la quantità delle informazioni, destinate sia a giudici ed addetti ai lavori sia a tutti i cittadini».

“International corner” ma anche giurisprudenza disciplinare
Il nuovo approccio, in attesa di “testare” direttamente la versione aggiornata del sito, è spiegato in una nota in cui il Csm ricorda, tra le novità piu' rilevanti la nuova area statistica, in condivisione con il ministero della Giustizia, e l'area storica, con la giurisprudenza disciplinare. Al debutto anche l'accesso on line all'archivio del Csm, «ricchissimo e sconosciuto ai piu'», ha spiegato Legnini in conferenza stampa. Saranno pubblicati anche documenti e sentenze che si riferiscono ai crimini di guerra, compiuti durante il periodo nazifascista e durante la resistenza, e alle stragi di mafia, terrorismo e corruzione. Il sito sarà caratterizzato da un “International corner”, per informare in due lingue, italiano e inglese, dei rapporti del Csm con gli organismi di autogoverno della magistratura degli altri paesi.

Accesso on line a resoconti e verbali del Plenum
Lo sforzo di trasparenza riguarda in particolare i lavori del Consiglio superiore, che sarà possibile seguire giorno per giorno grazie alla pubblicazione in tempo reale del calendario, degli ordini del giorno, dei resoconti e dei verbali delle sedute di Plenum. Accessibili on line anche le delibere riguardanti le nomine (spesso controverse) e le relative motivazioni, ma anche le comparazioni tra i candidati e il risultato delle votazioni. Più scontata la pubblicazione dei pareri del Csm sui disegni di legge e sulle proposte al ministro di modifica legislativa e il calendario delle sedute delle Commissioni consiliari.

Una finestra sul lavoro degli uffici giudiziari
Il nuovo portale del Csm - dedicato a Vittorio Bachelet e ai 26 magistrati vittime del terrorismo e della criminalità - «si presenta come interlocutore istituzionale aperto al dibattito pubblico», ha sintetizzato il consigliere Antonio Ardituro, che ha guidato la reingegnerizzazione del sito. In altre parole, ha concluso, «fornisce informazioni e servizi che contribuiscono a far conoscere alla collettività il lavoro degli uffici giudiziari e l'alta qualità della giurisdizione».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...