i dati del Consiglio superiore della magistratura

Csm: sono 152 i magistrati fuori ruolo, 28 per incarichi elettivi

di Nicoletta Cottone


default onloading pic
Riunione del Csm

3' di lettura

I magistrati ordinari che non svolgono funzioni giudiziarie sono 221, ma quelli in senso stretto “fuori ruolo” - secondo la legge che disciplina questo istituto e che pone il limite a 200 - sono 152. Il Consiglio superiore della magistratura pubblica online sul proprio sito l’elenco, aggiornato ad oggi, dei magistrati ordinari collocati fuori ruolo.

Magistrati collocati fuori ruolo presso altri uffici o enti

Visualizza

Sono 28 i magistrati fuori ruolo per incarichi elettivi, 152 magistrati fuori ruolo presso altri uffici o enti, un magistrato fuori ruolo per ricongiungimento con il coniuge. Un tema caldo quello delle toghe in politica visto che dopo circa tre anni dal primo via libera in Senato, è approdato nell’Aula della Camera la proposta di legge che regolamenta la partecipazione dei magistrati alla vita politica.

I  magistrati fuori ruolo per incarichi elettivi

I magistrati fuori ruolo per incarichi elettivi

Photogallery28 foto

Visualizza

I magistrati con incarichi elettivi
Ecco i 28 magistratri fuori ruolo per incarichi elettivi, di cui 6 in aspettativa per incarichi parlamentari, 2 per incarichi di governo e, uno per elezioni amministrative, una per incarico di assessore e 18 componenti del Csm. Eccoli.

Felice Casson, senatore, iscritto al Gruppo Articolo 1 - Movimento democratico e progressista, in aspettativa per mandato parlamentare.

Caterina Chinnici, deputato Pd al Parlamento europeo, in aspettativa per mandato parlamentare.

Donatella Ferranti, deputata Pd e presidente della commissione Giustizia della Camera, in aspettativa per mandato parlamentare.

Anna Finocchiaro, ministra senza portafoglio per i Rapporti con il Parlamento, eletta deputata nelle liste Pd, in aspettativa per mandato parlamentare.

Doris Lo Moro, senatrice, Gruppo Articolo 1 - Movimento democratico e progressista, in aspettativa per mandato parlamentare, in aspettativa per mandato parlamentare.

Stefano Dambruoso, questore della Camera, deputato di Civici e innovatori, in aspettativa per mandato parlamentare.

Cosimo Maria Ferri, sottosegretario alla Giustizia, in aspettativa per assumere funzioni di governo.

Domenico Manzione, sottosegretario all'Interno, in aspettativa per assumere funzioni di governo.

Michele Emiliano, presidente della regione Puglia e candidato alle primarie del Pd, in aspettativa per elezioni amministrative.

Vania Contraffatto, assessore all'energia della regione Sicilia, in aspettativa per assumere incarico assessore regionale.

Ercole Aprile, componente del Csm.

Antonio Ardituro, componente del Csm.

Lucio Aschettino, componente del Csm.

Renato Balduzzi, componente Csm.

Francesco Cananzi, componente Csm.

Nicola Clivio, componente Csm.

Massimo Forciniti, componente Csm.

Luca Forteleoni, componente Csm.

Valerio Fracassi, componente Csm.

Claudio Maria Galoppi, componente Csm.

Antonio Leone, componente Csm.

Aldo Morgigni, componente Csm.

Piergiorgio Morosini, componente Csm.

Fabio Napoleone, componente Csm.

Luca Palamara, componente Csm.

Lorenzo Pontecorvo, componente Csm.

Maria Rosaria San Giorgio, componente Csm.

Rosario Spina, componente Csm.

Magistrati collocati fuori ruolo per ricongiungimento al coniuge

Visualizza

Limite massimo di 200 magistrati
Il Consiglio superiore della magistratura, ha spiegato in una nota pubblicata sul sito insieme ai 4 elenchi, Le normatiove di riferimento. A partire dalla legge 13 novembre 2008 n. 181, che prevede che siano al massimo 200 i magistrati ordinari destinati a funzioni non giudiziarie (presso il ministero della Giustizia, l'Ispettorato generale, il Dap, la Presidenza del Consiglio, la Camera dei Deputati, gli altri Ministeri, le Autorità indipendenti, le Commissioni parlamentari, gli Organismi internazionali, la Scuola superiore della Magistratura). Poi il Csm, con una sua circolare del 2014, ha introdotto una disciplina che prevede ulteriori condizioni affinché possa essere autorizzato il collocamento fuori ruolo, come ad esempio il fatto che il magistrato non sia impegnato nella trattazione di delicati processi.

Si tratta di una “autolimitazione” che riduce il numero a 170, ma i magistrati che si trovano in queste condizioni, segnala il Csm, sono oggi 152. Il limite massimo di 200 magistrati previsto dalla legge del 2008, sottolinea il Csm, «non riguarda lo svolgimento di particolari funzioni giudiziarie presso organi costituzionali o di rilevanza costituzionale. La stessa legge prevede, infatti, che tale limite non trovi applicazione nei confronti dei magistrati collocati fuori ruolo presso la Presidenza della Repubblica, la Corte Costituzionale e il Consiglio Superiore della Magistratura». E attualmente, «i magistrati fuori ruolo presso questi organi sono complessivamente 42».

Magistrati collocati fuori ruolo per incarichi elettivi

Visualizza

Le altri leggi specifiche per il collocamento fuori ruolo
Ulteriori, particolari, ipotesi di collocamento fuori ruolo sono disciplinate da leggi specifiche. E così: la legge del '58 istitutiva del Csm dice che i magistrati eletti al Consiglio sono collocati fuori ruolo per l'intera durata del mandato (oggi sono 16).

Magistrati collocati fuori ruolo presso organi costituzionali

Visualizza

Fuori ruolo - ma anch'essi non computabili tra i 200 - pure quei magistrati in aspettativa per mandato parlamentare (elezioni al Parlamento italiano ed europeo: sono 6), per assumere funzioni di governo (due sottosegretari), per mandato amministrativo (elezioni regionali o comunali: un magistrato), per effetto di nomina ad assessore esterno (uno) e per ricongiungimento con il coniuge (uno).

I  magistrati fuori ruolo per incarichi elettivi

I magistrati fuori ruolo per incarichi elettivi

Photogallery28 foto

Visualizza

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...