ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLEGGE DI BILANCIO 2019

Cultura e manovra: dalle assunzioni ai biglietti nominativi per i concerti

di Nicoletta Cottone


5' di lettura

Cultura e dintorni nella manovra per il 2019. Ci sono i biglietti nominativi per gli spettacoli in impianti oltre i 5mila spettatori, ma anche le assunzioni al Mibact e non solo. Nella manovra per il 2019 varata dopo una lunga maratona parlamentare arriva anche la riqualificazione dei siti tutelati dall’Unesco e disposizioni per la prevenzione incendi negli istituti e luoghi della cultura. Ecco tutte le novità nella legge di bilancio per il 2019 per cultura e spettacoli.

Arte contemporanea: fondi per la promozione all’estero
Si destinano tre milioni di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020 e un milione
annui a decorrere dal 2021, a valere sulle risorse del Piano per l'arte contemporanea, alla promozione dell'arte contemporanea italiana all'estero .

Assunzioni all’Accademia dei Lincei
L’Accademia nazionale dei Lincei potrà effettuare assunzioni di personale a tempo indeterminato nel triennio 2019-2021. Proroga per il 2019 del contributo in favore della Fondazione “I Lincei per la scuola” presso l'Accademia nazionale dei Lincei.

GUARDA IL VIDEO / Agricoltura e manovra: dalla proroga del bonus verde ai terreni gratis per famiglie numerose

Assunzioni all’Accademia della Crusca
L’organico dell'Accademia della Crusca è aumentato di 3 unità di personale non dirigenziale, da assumere mediante procedura concorsuale ad hoc per titoli ed esami. La gestione amministrativa dell'Accademia è affidata a un Segretario
amministrativo.

Assunzioni al ministero dei Beni culturali
La manovra prevede assunzioni di personale non dirigenziale al ministero dei beni culturali, in parte mediante scorrimento di graduatorie di procedure selettive già espletate, e in parte all'esito di procedure selettive ancora da avviare. Il Mibac è autorizzato ad espletare procedure concorsuali per l’assunzione – a decorrere dal 2020 e dal 2021 – di mille persone di Area II e III. È anche autorizzato a procedere nel 2019 ad assunzioni, nel limite di spesa fissato, attraverso scorrimento delle graduatorie relative alleprocedure di selezione pubblica bandite nel maggio 2016 per personale di Area III. Nel 2019 potrà coprire i posti vacanti nei profili professionali delle Aree II e III assumendo, nel limite del 50% delle proprie facoltà assunzionali, i candidati idonei presenti nelle graduatorie approvate a decorrere dal 1° gennaio 2010 a seguito di procedure selettive interne per il passaggio, rispettivamente, alla II e alla III Area. Le assunzioni avvengono in ordine di graduatoria e nel limite dei posti previsti in ciascun bando.

Biblioteca per ciechi di Monza
Viene incrementato di un miione di euro per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021 il contributo in favore della Biblioteca italiana per ciechi “Regina Margherita” di Monza.

Card cultura ai 18enni
Limite massimo di spesa di 240 milioni di euro per l'assegnazione della Card cultura a tutti i residenti in Italia che compiono 18 anni di età nel 2019.

Celebrazioni ovidiane
Autorizzato l'impegno nel 2019 delle somme (relative al 2017 e al 2018) non impegnate entro il 2018, stanziate dalla legge 226/2017 per progetti di promozione, ricerca, tutela e diffusione della conoscenza della vita, dell'opera e dei luoghi legati alla figura di Ovidio, pari 700mila euro. Proroga al 31 dicembre 2019 del termine previsto per l'operatività del Comitato promotore delle celebrazioni ovidiane.

G UARDA IL VIDEO / Multe, bolli e tasse non pagate fino a mille euro: ecco come scoprire se sono state cancellate

Concerti: arrivano i biglietti nominativi
Dal 1° luglio 2019 i titoli di accesso ad attività di spettacolo in impianti con capienza superiore a 5mila spettatori sono nominali. Continua a non essere oggetto di sanzione la vendita effettuata da una persona fisica in modo occasionale, purché senza finalità commerciali, ma si introduce ora
l'ulteriore condizione che tale vendita deve essere effettuata a un prezzo uguale o inferiore a quello nominale. La nuova disciplina non si applica agli spettacoli di attività lirica, sinfonica, cameristica, nonché di balletto, prosa, jazz, danza e circo contemporaneo, né alle manifestazioni sportive, per le quali resta ferma la specifica disciplina di settore.

Finanziamento a spettacolo e cultura
La manovra destina 43 milioni di euro al finanziamento di iniziative nel settore dei beni e delle attività culturali. Per il 2019 il Fus (Fondo unico per lo spettacolo) è incrementato di 8 milioni di euro. Per il sostegno di festival, cori e bande, è autorizzata la spesa di un milione. Per le fondazioni liricosinfoniche è autorizzata la spesa di € 12,5 milioni. Per iniziative culturali in zone terremotate è autorizzata la spesa complessiva di 3 milioni. Per la realizzazione di iniziative culturali a Matera, Capitale europea della cultura 2019, è autorizzata la spesa di 2 milioni di euro. Per la valorizzazione del patrimonio culturale di Parma, designata capitale italiana della Cultura 2020 è autorizzata la spesa di 3 milioni di euro per il 2019. Il Fondo per lo sviluppo degli investimenti nel cinema e nell'audiovisivo è incrementato di 4 milioni di euro. Per la riqualificazione delle periferie urbane, anche attraverso progetti di arte contemporanea, è autorizzata la spesa di due milioni. Per la promozione delle arti applicate (moda, design e grafica) è autorizzata la spesa di 3,5 milioni di euro. Per la digitalizzazione del patrimonio culturale è autorizzata la spesa di 4 milioni di euro.

Fondazioni lirico-sinfoniche: prosegue il commissariamento
Prorogate al 31 dicembre 2020 le funzioni del commissario straordinario per il risanamento delle fondazioni lirico-sinfoniche. Possibilità di conferire un massimo di tre incarichi di collaborazione della durata massima di 12 mesi a supporto delle attività del commissario.

GUARDA IL VIDEO / Venezia, tassa per il turista “mordi e fuggi”: fino a 10 euro per chi non dorme

Istituti del Mibact dotati di autonomia speciale: riduzione degli stanziamenti
Si riduce di 2.350.000 euro, dal 2019, lo stanziamento per spese di funzionamento degli istituti del ministero per i Beni culturali dotati di autonomia speciale. Si stabilisce l'esonero dall'applicazione delle norme di contenimento delle spese, al fine di consentire a tali istituti di porre in essere processi che permettano una più efficace realizzazione degli obiettivi istituzionali – consistenti nella tutela, valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale –, volta a garantire un incremento delle entrate proprie.

Istituti di cultura statali: proroga per i contratti a tempo
Con la manovra arriva la proroga fino al 31 dicembre 2019 dei contratti a tempo
determinato stipulati dagli istituti e luoghi della cultura statali (ai sensi dell'art. 8 del D.L. 83/2014).

Istituzioni culturali: incremento di spesa
Viene incrementata l’autorizzazione di spesa relativa ad alcune istituzioni
culturali (istituite con legge dello Stato) per una somma di 3,75 milioni di euro a decorrere dal 2019 (articolo 2, comma 396 della legge 244/2007).

Media, audiovisivi e servizio pubblico: obblighi di programmazione di opere europee
Prorogato dal 1 °gennaio 2019 al 1° luglio 2019 il termine a decorrere dal quale si prevede: l'avvio del graduale innalzamento degli obblighi di programmazione in opere europee e di investimento in opere europee prodotte da produttori indipendenti da parte dei fornitori di servizi di media audiovisivi e della concessionaria del servizio pubblico radiofonico, televisivo e multimediale; l'avvio del graduale innalzamento degli obblighi di programmazione e di investimento in opere di espressione originale italiana, ovunque prodotte, nell'ambito delle previste quote di programmazione e investimento in opere europee. Introduzione degli obblighi di investimento e di programmazione in opere europee anche per i fornitori di servizi di media audiovisivi a richiesta.

Prevenzione incendi nei luoghi di cultura
Disposizioni in materia di prevenzione incendi negli istituti e luoghi della cultura, nelle sedi del Ministero per i Beni culturali, nonché nelle sedi degli altri ministeri che siano sottoposte alle disposizioni di tutela di cui al Codice dei beni culturali e del paesaggio (vincolo). 

Siti tutelati dall’Unesco
È stata autorizzata la spesa di un milione di euro per il 2019 per sostenere gli
investimenti volti alla riqualificazione e alla valorizzazione dei siti italiani tutelati dall'Unesco, nonché del patrimonio culturale immateriale.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti