House Ad
House Ad
 

Cultura-Domenica Archivio

Bourbaki, chi era costui?

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 07 novembre 2010 alle ore 16:14.

Nicolas Bourbaki è l'autore di sei impegnativi volumi di Elementi di Matematica (Teoria degli insiemi, Algebra, Topologia generale, Funzioni di una variabile reale, Spazi vettoriali topologici, Integrazione) pubblicati tra la fine degli anni 30 e gli inizi degli anni 60 del '900. In realtà l'ingegnoso matematico, cui si devono molte categorie d'uso comune, come quella di «struttura» o di «algebra multilineare», non è mai esistito.

È una geniale invenzione di due giovani ex studenti dell'École Normale Supérieur, Henri Cartan e André Weil che, nella Parigi degli anni 30, lamentavano la penuria di docenti giovani – i più erano morti nella Prima guerra mondiale – e l'arretratezza dei testi in adozione. Decisero di scrivere di loro pugno, insieme a un gruppo di giovani amici, un manuale all'avanguardia. Ma per essere presi sul serio sarebbe stato necessario creare un autore dal nome venerando. Così si rammentarono di uno scherzo di un ex studente dell'Ens che, travestito da cattedratico, aveva esposto all'intera facoltà di matematica i teoremi strampalati di un tal Bourbaki.

Un autore inesistente doveva per forza esser nato in un paese inesistente: ci si ricordò allora della Poldavia, fantomatico paese inventato dalla verve di un giornalista francese. Gli incontri tra i giovani del gruppo avvenivano nel Quartiere Latino, al caffè Capoulade, dove talvolta si univa incuriosito anche il fondatore dell'Oulipo, il matematico e scrittore Raymond Queneau. La semplice riscrittura di un manuale universitario divenne però presto una cosa ben più seria. Ci si accorse che la matematica andava riscritta a partire dai suoi fondamenti. Ciò comportò lunghe disquisizioni e liti interminabili, tali per cui ogni nuovo volume venne dato alle stampe ogni decennio. Le regole del gruppo erano durissime. Si era ammessi su invito e solo dopo essere stati sottoposti a un rigido esame. All'età di cinquant'anni, poi, si era licenziati, affinché fosse permesso un continuo ricambio intellettuale. Lodevole la serietà dei procedimenti adottati.

Ogni questione veniva discussa da tutti, poi sintetizzata per iscritto da un membro del gruppo, quindi confutata e riscritta per ben altre due volte da altri membri, e ancora sottoposta a critiche ed emendata. Ogni decisione teorica andava votata all'unanimità. Ciò perché, per quanto le menti fossero tante, alla fine di ogni confronto esse dovevano pensare come una sola. Quella di Nicolas Bourbaki. La lezione che possiamo trarne noi? Imparare a pensare da soli, ma come se fossimo in tanti.

Tags Correlati: André Weil | Cultura | Henri Cartan | Nicolas Bourbaki | Oulipo | Parigi | Raymond Queneau

 

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da