House Ad
House Ad
 

Cultura-Domenica Archivio

La filosofia? Studiamola a partire dall'infanzia

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 23 gennaio 2011 alle ore 08:22.

Un sorriso di solito accoglie la dichiarazione di appartenenza alla poco compresa categoria degli insegnanti di materie filosofiche. Di sufficienza, o di condiscendenza, ed è comprensibile. Perché affaticare le intelligenze discenti sulla inutile arte del saper porre le domande giuste, del non accontentarsi di risposte preconfezionate, del sapere indagare in se stessi e nel mondo? Se questa è filosofia, però, difficile essere docenti senza insegnare filosofia, per non parlar di chi lo fa di professione. È d'accordo sul valore dell'insegnamento della filosofia l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura. L'Unesco organizza infatti, area per area, incontri sull'insegnamento di questa materia in tutti gli ordini scolastici e oltre la scuola. L'area che comprende Europa e America del Nord si troverà rappresentata a Milano dal 14 al 16 febbraio da docenti, studiosi, rappresentanti di associazioni filosofiche e pedagogiche. Le tre sessioni saranno dedicate alla scuola materna e primaria, alla secondaria e all'università. In ogni sessione, italiani e russi, statunitensi e danesi e così via studieranno lo stato della questione e le prospettive dell'età corrispondente, con la guida di documenti di lavoro e una traccia di domande obbligatorie. L'Italia proporrà un suo documento, elaborato il 25 gennaio, durante una giornata di studio organizzata dalla Sfi, Società Filosofica Italiana, e dal l'Università Iulm, che ospita entrambe le manifestazioni, con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana dell'Unesco. La giornata italiana vedrà alternarsi gli interventi di docenti delle scuole secondarie e dell'università, e si interrogherà sulla formazione degli insegnanti, sul rapporto tra nuove forme di cultura e nuovi specialismi, e sulle possibilità per la filosofia di superare le barriere scolastiche. Come a dire che la perniciosa e probabilmente inutile attività del ricercare e del saper fare domande e mettere in questione rischia di arrivare forse sui banchi delle elementari (così auspica l'Unesco) e addirittura negli uffici e nelle banche.
© RIPRODUZIONE RISERVATA eventi

L’articolo continua sotto

Tags Correlati: Filosofia | Milano | Organizzazione delle nazioni unite per l'educazione, la scienza e la cultura | Sfi | Università Iulm

 

la filosofia nella scuola italiana 25 gennaio, sfi@sfi.it high-level regional meeting on the teaching of philosophy. europe and north america 14-16 febbraio Università Iulm, Milano, via Carlo Bo 1, Aula Seminari e Aula Magna

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da