Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 11 novembre 2012 alle ore 08:18.

My24

Il "Leviatano claudicante" è l'immagine suggestiva con cui Piero Ignazi descrive il moderno partito di massa, tanto affamato di potere quanto in perdita secca di autorità e di legittimità agli occhi di un'opinione pubblica sempre più frustrata e disincantata. È un ritratto spietato, ma non riguarda – caso strano – solo il nostro malandato sistema politico. L'analisi del noto politologo, che i lettori del Sole 24 Ore conoscono bene, autore di importanti studi sul populismo moderno, investe l'insieme delle società occidentali, in particolare l'Europa, ed è solo all'interno di questa cornice che si colloca l'esame dell'anomalia italiana. Perché, è vero, stiamo un po' peggio degli altri e Ignazi spiega perché; e tuttavia il distacco dei partiti dal loro elettorato, il venir meno della passione e dell'idealismo, la crescente difficoltà nel leggere le esigenze della società post-industriale, frammentata e fuoriuscita dalle vecchie categorie sociali, è un tratto comune che ha imposto un certo grado di rinnovamento ai vecchi partiti di massa che già si erano trasformati nel corso del tempo in partiti "pigliatutto". E che oggi hanno comunque bisogno di rilegittimarsi costantemente e di aprirsi, cioè di uscire dalle loro comode cittadelle fortificate, talvolta simili alla "città proibita" dell'antica Cina. Cosa rende l'Italia così refrattaria ai processi di cambiamento, al punto che da noi il Leviatano più che claudicante sembra morente? Ignazi dedica a questo punto decisivo pagine molto lucide, in cui descrive la persistenza ideologica che ha condizionato il sistema molto più che altrove. L'evoluzione del partito ha subìto una serie di distorsioni che hanno riguardato, per ragioni diverse, sia il Pci, sia la Dc, sia una forza intermedia come il Psi craxiano. E alla fine le forze tradizionali non sono più riuscite a capire e interpretare la società, come sa bene chi conosce la storia dell'ultimo ventennio. Di qui il fenomeno del populismo, che si sposa con la ricerca del leader carismatico. Di qui anche l'affermarsi di movimenti che sembrano senza radici. Anche questi aspetti non riguardano solo l'Italia, ma da noi hanno trovato una loro specifica e spesso inquietante affermazione. E siamo, appunto, nel vicolo cieco della forza senza legittimità.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Piero Ignazi, Forza senza legittimità, Laterza, Bari, pagg. 140, € 14,00

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi