Festival Internazionale del Film di Roma 2014

My24

Cultura-Domenica CinemaMarcAurelio Acting Award alla carriera a Tomas Milian

Il dossier contiene (none) articoli
Torna alla home del dossier

Marc’Aurelio Acting Award alla carriera a Tomas Milian

(Olycom)(Olycom)

Marc’Aurelio Actin Award alla carriera a Tomas Milian, un attore di origine cubana che nel corso degli anni è diventato simbolo della romanità. Il riconoscimento sarà consegnato nel corso della serata d’apertura del Festival internazionale del cinema di Roma da Sergio Castellitto, che fra le altre ha scelto proprio Milian come interprete del suo nuovo film. L’attore incontrerà il pubblico in occasione di una Masterclass moderata da Giona Nazzaro e Manlio Gomarasca, tutti e due nel comitato di selezione del Festival.

L’attore ha 81 anni
Il riconoscimento vuole celebrare il legame indissolubile dell’attore, che ha 81 anni, con la città di Roma. Classe 1933, cittadino statunitense e italiano (dalla sedonda metà degli anni Settanta), Milian arriva da Cuba a New York per frequentare l’Actors Studio, la fucina che ha prodotto attori del calibro di Marlon Brando, James Dean e Robert De Niro. Arriva in Italia come protagonista assoluto della commedia di Cocteau “Il poeta e la musa” andata in scena al Festival dei due mondi di Spoleto per la regia di Zeffirelli. Subito è una rivelazione e lavora negli anni Sessanta con registi famosi, ma Mauro Bolognini a Luchino Visconti, da Pier Paolo Pasolini a Carlo Lizzani, ad Alberto Lattuada. La sua inquietudine artistica lo spinge verso l’anti-Holliwood che sta rivoluzionando il cinema americano. Dennis Hopper, regista di Easy Rider, lo vuole per il suo film più controverso, The last movie,al fianco di Peter Fonda.

Dagli spaghetti western ai polizieschi, fino al ritorno nello star system hollywoodiano
In Italia diventa protagonista della stazione degli spaghetti western. Poi passa al poliziaesco per interperatre la maschera di Nico Giraldi, campione d’incassi degli anni Settanta e Ottanta. Poi torna negli States e riprende al lavorare nello star system hollywoodiano collaborando con registri del calibro di Steven Spielberg , Rober Redford, Abel Ferrara e James Gray. «Roma premiando Milian - ha sottolineato Giona Nazzaro - omaggia l’ultimo cantore della città, un artista incomparabile, unico, che ha toccato il cuore di milioni di romani e italiani sparsi in tutto il mondo».

Commenta la notizia

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi

Altri Dossier Raccomandati

Dossier Dossier

Leggi di più
Dossier Rapporto Puglia

Rapporto Puglia

Leggi di più
Dossier

Più start-up con il Sole

Leggi di più
(Afp) (robertharding)
Dossier I Panama Papers

I Panama Papers

Leggi di più
Dossier Lettera al risparmiatore

Lettera al risparmiatore

Leggi di più
Dossier

AUTORI_LE STRADE DELLA...

Leggi di più
Dossier Rapporto Food & Wine

Foof & Wine

Leggi di più
Dossier

I 150 anni del Sole 24...

Leggi di più
 (Alamy Stock Photo)
Dossier

Franchising

Leggi di più
Dossier Il tesoro in soffitta

Il Tesoro in Soffitta

Leggi di più