Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 08 dicembre 2014 alle ore 12:19.
L'ultima modifica è del 08 dicembre 2014 alle ore 12:20.

My24
David Grossman (Epa)David Grossman (Epa)

Ottocento intellettuali israeliani, tra cui i tre scrittori più conosciuti, Amos Oz, David Grossman e A. B. Yehoshua, hanno sottoscritto un appello a tutti i Parlamenti dei 28 Stati Ue affinché riconoscano la Palestina come uno Stato.
Secondo l'organizzazione pacifista israeliana “Gush Shalom” la lettera è stata inviata per primo al Parlamento belga dove i 4 partiti che formano l'esecutivo intendono fare propria la richiesta e quindi far sì che dopo la Svezia (ad ottobre), il Belgio sia il secondo Stato Ue a riconoscere formalmente lo Stato palestinese. Mozioni in tal senso sono state approvate dai Parlamenti di Londra, Madrid, Berlino e a Parigi. Ma questi voti non sono vincolanti per i rispettivi governi.
“Dopo i deputati di Bruxelles la lettera - scrive Haaretz - sarà inviata ai colleghi danesi”.

La Palestina è riconosciuta come Stato da 139 Paesi. Nell' Ue oltre che da Stoccolma anche dall'Ungheria, dalla Polonia e dalla Slovacchia. Ma questi ultimi Paesi lo hanno fatto prima di entare a far parte dei Ventotto. All'Onu la Palestina gode dello status di Stato osservatore non membro, lo stesso della Santa Sede, grazie ad un voto dell'Assemblea Generale.

Commenta la notizia

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi