Domenica

I ritratti dannunziani di Filippo di Sambuy in mostra al Vittoriale

  • Abbonati
  • Accedi
arte

I ritratti dannunziani di Filippo di Sambuy in mostra al Vittoriale

Il Vittoriale accoglie fino al 1° settembre 2015 la mostra “Per non dormire” ritratti di 12 personaggi contemporanei. Curatore Giordano Bruno Guerri presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani

Sono dodici i ritratti eseguiti dall'artista Filippo di Sambuy per la mostra inaugurata il 1 marzo scorso, giorno del 77° anniversario della morte di Gabriele D'Annunzio presso il Vittoriale a Gardone Riviera. «Sono estremamente lieto che ‘Per non dormire' sia accolta nei magnifici spazi del Vittoriale – ha dichiarato l'artista al momento dell'inaugurazione - ognuna delle persone ritratte è una trasposizione immaginaria di una presenza reale nella vita del Vate e il titolo di ogni quadro è un motto dannunziano scelto per raccontare le personalità dei soggetti».

I personaggi coinvolti sono:Giordano Bruno Guerri, Alessandro de Renzis Sonnino, Antonella D'Orleans Borbon, Alexandre Sursock, Marina Ferrero De Gubernatis Ventimiglia, Roberto Lombardi, Angelica Cirillo, Antonio Morabito, Betta Gancia, Giampiero Grandi, Monica Guerritore e Gian Carlo Bussei. In ciascuno di loro Filippo di Sambuy ha colto uno o più aspetti dannunziani, come la passione per il bello, la capacità di cogliere il meglio della vita, il lato artistico, l' inclinazione a vivere sopra le righe. Filippo di Sambuy è nato a Roma, vive e lavora a Monte Carlo. Ha esposto in molti musei e gallerie in Italia e all'estero, tra i quali Gam di Torino, Hangar Bicocca di Milano, Museo PS1 di New York, Biennale di Venezia. «”Per non dormire” è un motto di d'Annunzio – ha spiegato l'artista - Un incoraggiamento all'azione. Un invito a non soccombere alla fatalità, ma anzi a reagire, confidando in quello che l'Italia ha di più vero e più sacro: la propria creatività».

Ed è proprio a persone che si possono definire “I Creatori” la prossima serie di dipinti che sta preparando l'artista. I visitatori saranno accolti all'ingresso della mostra da una scultura donata al Vittoriale da Filippo di Sambuy che si intitola “Annunzio” e rappresenta l'Annunciazione a Maria da parte dell'arcangelo Gabriele. Un gioco di parole fatale. L'opera si aggiungerà alle altre donazioni che abbelliscono il parco della casa museo, come l' ”Obelisco” di Arnaldo Pomodoro e il “Cavallo” di Mimmo Paladino.

© Riproduzione riservata