Domenica

Dai fratelli Coen a Lav Diaz, tutti i protagonisti del Festival di Berlino…

  • Abbonati
  • Accedi
cinema

Dai fratelli Coen a Lav Diaz, tutti i protagonisti del Festival di Berlino 2016

Grandi nomi al Festival di Berlino 2016: in programma dall'11 al 21 febbraio, la kermesse tedesca presenta un parterre di registi importanti e di giovani pronti a dire la loro in una competizione che si preannuncia accesissima. In apertura, fuori concorso, c'è il nuovo film dei fratelli Coen, «Ave, Cesare!», probabilmente il titolo più atteso dell'intera kermesse anche per la presenza di un cast di prim'ordine: da Scarlett Johansson a George Clooney, passando per Josh Brolin, Channing Tatum, Tilda Swinton, Jonah Hill e Ralph Fiennes.

All'interno della competizione trova spazio anche un lungometraggio italiano, «Fuocoammare» di Gianfranco Rosi, un documentario ambientato a Lampedusa e dedicato al tema dei migranti. Rosi, già vincitore del Leone d'oro alla Mostra di Venezia del 2013 con «Sacro GRA», punta al premio più importante, ma la concorrenza è a dir poco agguerrita. Tra i nomi in concorso, attenzione a Jeff Nichols con «Midnight Special», Thomas Vinterberg con «The Commune», Mia Hansen-Løve con «L'avenir» e Danis Tanovic con «Death in Sarajevo». Possibili sorprese? «Zero Days», documentario di Alex Gibney, e «Boris sans Béatrice» del canadese Denis Côté. Una menzione a parte per «A Lullaby to the Sorrowful Mystery» del maestro filippino Lav Diaz: un film dalla durata infinita che si preannuncia come una delle esperienze audiovisive più imperdibili dell'anno.

Fuori concorso, invece, da segnalare un altro dei titoli più attesi del festival: «Chi-Raq», ultima fatica di Spike Lee di cui si parla benissimo oltreoceano. Come sempre particolarmente ricca la sezione Berlinale Special, all'interno della quale si potranno ammirare i nuovi lavori di Terence Davies («A Quiet Passion»), Kiyoshi Kurosawa («Creepy»), Don Cheadle («Miles Ahead») e Michael Moore («Where to Invade Next»). Infine, nel gruppo Panorama, da segnalare la presenza di «Road to Instanbul» di Rachid Bouchareb, regista che aveva presentato a Berlino anche il suo film precedente, «Two Men in Town».

Festival di Berlino 2016
11-21 febbraio
https://www.berlinale.de/en/HomePage.html

© Riproduzione riservata