Domenica

A scuola di classici sul palco

  • Abbonati
  • Accedi
Teatro

A scuola di classici sul palco

Accanto alle grandi rappresentazioni siracusane una seconda rassegna, sempre organizzata dall’Inda, si svolge in un altro teatro antico, quello di Akrai accanto alla cittadina che oggi porta il nome di Palazzolo Acreide. È la venticinquesima edizione del festival internazionale del teatro dei giovani che vede arrivare da nazioni diverse ben 62 spettacoli, rappresentati in diciotto giorni, a partire dal 15 maggio, con 1800 studenti a fare da attori, registi, scenografi e macchinisti. Sono sessanta gli istituti scolastici e universitari coinvolti nell’iniziativa, provenienti da tutte le regioni d’Italia e pronti a confrontarsi con formazioni nate nelle scuole del Belgio, della Turchia, della Grecia e della Lituania, nella comune impresa di realizzare la messa in scena di testi classici. Accanto a queste realtà sono presenti due istituzioni professionali come l’Accademia Internazionale delle Arti e dello Spettacolo di Versailles e l’Accademia d’Arte Drammatica che prende vita all’interno dello stesso Istituto del Dramma Antico di Siracusa e che presenta, in chiusura, il suo saggio di fine anno.

Un altro appuntamento legato al ciclo di spettacoli classici è l’esposizione di documenti e materiali conservati negli archivi in cui è stato catalogato il glorioso passato del teatro di Siracusa. Vengono quindi presentate foto, bozzetti e manifesti realizzati per le passate edizioni delle tre opere proposte quest’anno, recuperando e restaurando per l’occasione modellini di scena e costumi di quegli stessi allestimenti. La mostra si tiene al Museo Paolo Orsi ed è stata organizzata con la collaborazione degli studenti della locale facoltà di Architettura guidati dai loro docenti. Inoltre, a Palazzo Greco, il Liceo Artistico Gagini di Siracusa propone al pubblico i risultati del corso di grafica pubblicitaria dedicato a L’azione femminile nella tragedia greca, con manifesti di immaginarie rappresentazioni, mentre al Liceo Quintiliano prosegue l’interessante progetto di un laboratorio di traduzione dal greco Dal testo alla scena.

© Riproduzione riservata