Domenica

Mirabili terre: Mirabilia 2016 International Circus & Performing Arts…

  • Abbonati
  • Accedi
Danza

Mirabili terre: Mirabilia 2016 International Circus & Performing Arts Festival – X Edizione PLAN B FOR UTOPIA

C'è un festival diffuso che per ventitré giorni “inonda” di spettacoli e performances sei cittadine e paesi del cuneese, rinomati alcuni per i tesori artistici, altri per gli atouts enologici. Mirabilia, International Circus & Performing Arts Festival, che è arrivato alla decima edizione, richiama quest'anno sul territorio centocinquanta artisti (fra “in” e “off”) da dieci nazioni e li propone in spettacoli, happenings e workshop fra Fossano, Savigliano e Saluzzo, sedi di palazzi e teatri aristocratici, e Alba, Monforte e Grinzane Cavour, ovunque rinomati come terre di vini della qualità di Barbaresco e Barolo.
Diretto da Fabirizio Gavosto, il festival si vale per questa edizione della collaborazione del coreografo Riccardo Olivier e dell'artista di circo Milo Scotton e ospita protagonisti di punta del circo e della danza contemporanei, come: Marion Collé, Les Rois Vagabond, Kerol, Cridacompany, Ecole le Lido e Cirque Bidon, compagnia cardine del nuovo circo. Fino al 10 luglio gli eventi si susseguono intensi, ma Mirabilia lavora tutto l'anno per mettere in rete e sostenere progetti e compagnie (fra le partnership internazionali: CircusNext, Saison Européenne du Cirque 2016-17, Autopistas, CircoStrada).

Proprio la danza dà il sottotitolo e traccia il fil rouge di questa edizione che dedica approfondimenti ai nuovi creatori internazionali volti a interrogarsi sul presente e a ricercare per il futuro un “Piano B per l'Utopia”. «Plan B for Utopia», sottotraccia di tutto il palinsesto, è anche il titolo dello spettacolo di Joan Clevillé Dance (in prima nazionale il 5 luglio al teatro Milanollo di Savigliano e l'8 presso il Castello di Fossano), che esplora il ruolo dell'immaginazione come forza motrice di un cambiamento nelle nostre vite e nelle nostre società. Poi altre due compagnie scozzesi metteranno in scena lo spettacolo che li sta lanciando, Colette Sadler presenterà “We are Monster”, performance per adulti e bambini (dal 6 all'8 luglio tra Savigliano e Fossano, sempre in prima nazionale) e Robbie Synge: “Douglas” (5-6-7 luglio a Savigliano), creato sulle Highlands scozzesi e capace di calibrare danza, circo contemporaneo e teatro fisico.
Brevi incursioni e workshop professionali completano questo focus sulla Scozia, curato dal danzatore e coreografo Riccardo Olivier, che si occupa di tutta la sezione di Mirabilia più incentrata sulla danza, come l'Italian Dance Showcase (in collaborazione con Piemonte dal Vivo) che si è svolto nel primo week-end di luglio. In questa vetrina si sono susseguiti cinque spettacoli di danza contemporanea di alcuni dei più dotati artisti italiani, giovani e meno: Francesca Penzo di Fattoria Vittadini con “Sarai”, dove la coreografa danza con il padre, Andrea Gallo Rosso, con“POST PRODUZIONE, Daniele Ninarello con “Kudoku” - che ha appena debuttato alla Biennale di Venezia - su improvvisazioni dal vivo di Dan Kinzelman, Enzo Cosimi con “Fear Party” per il duo Pablo Tapia Leyton e Paola Lattanzi e Igor and Moreno, giovane duo italo-ispanico che si è già affermato a Londra, con “Life is a carnival”.
Nei prossimi giorni, invece, debutterà in prima nazionale “La cosa” di Claudio Stellato (9 e 10 luglio a Fossano) e “Time per WE273” di BlucinQue (il 6 luglio a Savigliano e l'8 a Fossano), coreografia di Caterina Mochi Sismondi.
Rimarchevole, nell'ambito danza, “Aneckxander. Una tragica autobiografia del corpo” che l'artista belga Alexander Vantournhout ha interpretato alla Lavanderia a Vapore come anteprima del festival (il 17 giugno scorso). Veramente mirabile per concezione intelligente, interpretazione acrobatica, riferimenti visivi e musicali a tutto campo.
Chiara Castellazzi
Programma completo su:
www.festivalmirabilia.it,

© Riproduzione riservata