Domenica

Festival di Cannes 2018, i 10 film più attesi sulla Croisette

  • Abbonati
  • Accedi
cinematografo

Festival di Cannes 2018, i 10 film più attesi sulla Croisette

Manca poco all'inizio del Festival di Cannes 2018, in programma dall'8 al 19 maggio. La settantunesima edizione della kermesse francese si presenta ricca di titoli importanti, divisi tra varie sezioni.
Vediamo quali sono i 10 film più attesi in arrivo sulla Croisette:
The House That Jack Built di Lars von Trier – Sette anni dopo la sua espulsione per alcune battute filo-naziste, il danese Lars von Trier torna a Cannes con una nuova pellicola pronta come sempre a provocare e a far riflettere. Inserito fuori concorso e con protagonista Matt Dillon, il film segue le vicende di un serial killer che ha commesso omicidi per 12 anni. Von Trier l'ha definito il suo lavoro più “brutale di sempre” e siamo certi che sarà uno dei film di cui si parlerà maggiormente nei giorni del Festival francese.

Dogman di Matteo Garrone – Insieme ad Alice Rohrwacher con «Lazzaro felice», Matteo Garrone rappresenterà il cinema italiano nel concorso di Cannes. Il suo «Dogman» è uno dei titoli più attesi in assoluto del cartellone: liberamente ispirata alla storia del Canaro della Magliana, la pellicola si preannuncia cruda nelle tematiche e raffinata nell'estetica, grazie alla consueta maestria tecnica di uno dei nomi più importanti del nostro cinema.

Le livre d'image di Jean-Luc Godard – Quattro anni dopo essere stato premiato per «Addio al linguaggio», Jean-Luc Godard (maestro del cinema francese classe 1930) si prepara nuovamente a stupire e a dividere la critica con la sua nuova opera, «Le livre d'image». Sarà l'ennesimo lavoro sperimentale e coraggioso di uno degli autori che hanno fatto la storia della settima arte, provando costantemente a rivoluzionarne il linguaggio e le modalità espressive.

Under the Silver Lake di David Robert Mitchell – Potrebbe essere la sorpresa del concorso di Cannes l'opera terza di questo talentuosissimo regista americano che aveva stupito con «The Myth of the American Sleepover» e «It Follows». La trama ruota attorno alla misteriosa scomparsa di una ragazza, vicina di casa del protagonista interpretato da Andrew Garfield. Ambientato a Los Angeles, il film sembra rifarsi ad atmosfere che guardano al cinema di David Lynch e la curiosità è davvero altissima.

Solo: A Star Wars Story di Ron Howard – Spin-off della saga di «Star Wars», incentrato sul personaggio di Han Solo da giovane, il film di Ron Howard verrà presentato fuori concorso e i tanti fan del franchise non possono che esultare di fronte al suo inserimento nel cartellone di Cannes. Nei panni del protagonista c'è Alden Ehrenreich, ma il cast è ricco di volti noti e il divertimento ci auguriamo non mancherà.

Burning di Lee Chang-dong – Tra i numerosi registi asiatici in concorso una menzione speciale va a Lee Chang-dong, grande autore sudcoreano tornato dietro la macchina da presa a otto anni di distanza dal delicato «Poetry». Finalmente potremo tornare ad ammirare un suo film grazie a «Burning», un dramma misterioso che si preannuncia come uno dei grandi favoriti per la vittoria finale. Raramente Lee Chang-dong sbaglia un film.

Everybody Knows di Asghar Farhadi – Il film d'apertura della kermesse è l'ultima fatica del grande autore iraniano, che ha firmato nella sua carriera pellicole splendide come «Una separazione» e «Il passato». Questo lungometraggio, a metà tra il thriller e il melodramma, è il suo esordio in terra spagnola e vede protagonista una delle coppie più cool del momento: Javier Bardem e Penelope Cruz.

Blackkklansman di Spike Lee – Piuttosto altalenante a livello qualitativo negli ultimi anni, Spike Lee potrebbe tornare a firmare una grande pellicola con «Blackkklansman», film che incuriosisce fin dal titolo. È una crime story che tocca anche il Ku Klux Klan e che sarà probabilmente uno dei lungometraggi più impegnati e fortemente politici del concorso francese. Nel cast ci sono Adam Driver e John David Washington, il figlio di Denzel.

Ash Is Purest White di Jia Zhang-ke – Non lasciano mai indifferenti i film del cinese Jia Zhang-ke, regista che ha vinto il Leone d'oro a Venezia nel 2006 con «Still Life». Al centro di questa ultima pellicola che punta alla Palma d'oro c'è la storia d'amore tra una ballerina e un gangster, ambientata in una povera città industriale cinese. Per molti è uno dei titoli più attesi in assoluto del cartellone di Cannes.

The Man Who Killed Don Quixote di Terry Gilliam – Dopo un'infinita serie di disavventure e anni di lavorazione (il documentario del 2002 «Lost in La Mancha» racconta bene tutti i disastri avvenuti sul set), Terry Gilliam finalmente ce l'ha fatta: il suo “Don Quixote” è stato portato a termine e verrà mostrato a Cannes come film di chiusura della kermesse. Protagonisti Jonathan Pryce e Adam Driver.

© Riproduzione riservata