Cultura

2/4 Week end culturale/ In Piemonte a Gavi per gli appuntamenti al Forte

  • Abbonati
  • Accedi
    la gita fuori porta

    4 idee da vivere nel week end

    In Val di Sole per divertirsi in sella ad una bike ; alla scoperta di Gavi in Piemonte tra cultura e natura; a Lugano per uno dei suoi festival; rotta a Chia, mare meraviglia della Sardegna

    2/4 Week end culturale/ In Piemonte a Gavi per gli appuntamenti al Forte

    8 luglio, 12 agosto e 16 settembre 2018 raggiungere il Forte di Gavi, a piedi o con la navetta, per assistere a «Gavi forte di cultura» lo spettacolo teatrale itinerante ispirato al Forte e proposto da trenta attori e figuranti per tutta la giornata. E' l'invito degli attori della Compagnia Teatro e Società che per l'intera giornata per l'intera giornata guideranno i gruppi di partecipanti mettendo in scena un vero e proprio spettacolo che intreccerà le vicissitudini di personaggi contemporanei con quelli storici, in un racconto incalzante e ricco di misteri e colpi di scena che porteranno a conoscere, in modo insolito e divertente, anche aspetti meno noti della storia del prestigioso maniero. Lo spettacolo teatrale itinerante, propone una riflessione sui molteplici significati della Forte di Gavi, per capire come abbia saputo adattarsi e resistere nel tempo, giungendo ai giorni nostri quale luogo di cultura, capace di accogliere e di restituire le emozioni e la storia di un territorio. Tra i personaggi, si incontrano Padre da Fiorenzuola rinomato ingegnere militare a cui si deve l'abilità di “far della montagna un Forte” per garantire la sicurezza di Genova, i soldati che in vari momenti storici hanno abitato e combattuto al Forte, i prigionieri, tra cui l'inglese Pringle l'unico evaso con una fuga rocambolesca. Per l'ospitalità si può andare alla Locanda La Raia, la grande e accogliente “casa verde” tra le colline piemontesi del Gavi, una soluzione originale per una vacanza all'insegna del benessere, della buona cucina e della scoperta del territorio italiano. Un tempo posteria e oggi luogo di sosta per i viaggiatori, è un'accogliente dimora di dodici camere, con SPA annessa, circondata dai vigneti, pascoli e boschi di una grande tenuta agricola biodinamica che ospita anche una scuola steineriana e una fondazione d'arte con opere site specific di artisti internazionali, ultima delle quali Palazzo delle Api del francese Adrien Missika. La locanda diventa il punto di partenza per un itinerario on the road immersi nella natura e alla scoperta di borghi autentici.
    Il tour ha inizio da Gavi, Bandiera arancione del Touring Club Italiano, e dal suo Forte, baluardo della Repubblica di Genova costruito a più riprese dal XII secolo, prima castello, poi fortezza. Il viaggio prosegue con una visita a Novi Ligure alla scoperta dei palazzi nobiliari dipinti tra le vie del centro. Per un vero tuffo nel lontano passato, a pochi chilometri si trova anche Libarna, l'antica città romana nata nel II secolo a.C. lungo la via Postumia, la strada che collegava Genova e Aquileia, caratterizzata da ampie e regolari strade, una grande piazza, portici, botteghe, edifici pubblici, resti dell'anfiteatro e del teatro. E ancora da non perdere è Voltaggio, piccolo borgo genovese in terra piemontese, con un centro storico ricco di palazzi dalla tipica architettura ligure e un ponte romanico sul torrente Lemme. Locanda La Raia è anche un approdo sicuro nel quale rilassarsi a fine giornata immergendosi nel verde del curatissimo giardino all'italiana, concedendosi una pausa di benessere presso la SPA con vista sui vigneti e rilassandosi con una cena a base di piatti liguri e piemontesi in un contesto di natura unico. Per maggiori informazioni

    © Riproduzione riservata