Cultura

Il premio Nonino 2019 va a Juan Octavio Prenz e Anne Applebaum

  • Abbonati
  • Accedi
letteratura

Il premio Nonino 2019 va a Juan Octavio Prenz e Anne Applebaum

  • –di

Sono Juan Octavio Prenz e Anne Applebaum i vincitori del premio Nonino 2019. La giuria, presieduta da Antonio Damasio, e composta da Adonis, John Banville, Ulderico Bernardi, Peter Brook, Luca Cendali, Emmanuel Le Roy Ladurie, James Lovelock, Claudio Magris, Norman Manea ed Edgar Morin hanno assegnato il Premio internazionale Nonino a Juan Octavio Prenz: «Scrittore di assoluta originalità e felicemente appartato, Prenz unisce in un'opera inconfondibile la fantasia epica della grande letteratura latinoamericana e l'ombra misteriosa in cui si dissimulano i personaggi della grande letteratura mitteleuropea».

Argentino di origine istro-croata, nato nel 1932, della sua identità ha scritto: «Solo gli alberi hanno radici è una frase che ho utilizzato spesso per rispondere a chi mi incitava a dichiararmi unilateralmente argentino, jugoslavo o italiano, avendo io scritto in queste lingue e vissuto nei paesi che le parlavano. Tutto nasce dalla mia diffidenza per le metafore facili, una delle quali fa dell'uomo un essere con radici. A volte, mi sono trovato a rispondere: se si tratta di fare delle metafore, allora, perché radici e non ali?; perché non pensare che l'identità possa anche definirsi in funzione di un futuro da condividere, piuttosto che di un passato da contemplare».

Il premio Nonino a “un maestro del nostro tempo” è andato alla storica e giornalista Anne Applebaum: «Una delle più grandi testimoni morali del nostro tempo, e una fra i più importanti intellettuali pubblici internazionali». La giuria ha definito «della massima importanza» il suo lavoro sulla storia dei totalitarismi nel ventesimo secolo e sulla rinascita del nazionalismo e del populismo nel ventunesimo. Nata a Washington DC, Applebaum ha sia la cittadinanza Americana sia quella Polacca. Il suo libro, Gulag: Storia dei campi di concentramento sovietici, le è valso il Premio Pulitzer e la candidatura per il National Book Award.

© Riproduzione riservata