premi e concorsi

CULTURA+IMPRESA, ecco i nomi dei vincitori della quinta edizione del Premio

di Roberta Capozucca

default onloading pic
“Orti al MUSE” (Sponsorizzazioni e Partnership culturali – MUSE Museo delle Scienze di Trento, Ricola)


4' di lettura

Trenta giurati hanno concluso i lavori di valutazione dei 20 progetti finalisti al Premio CULTURA+IMPRESA . Oggi 17 maggio, ne sono stati premiati quattro uno per la specifiche categorie di riferimento: “Sponsorizzazioni e Partnership”, “Produzioni Culturali d'Impresa”, “Fondazioni d'Impresa” e “Art Bonus”, a cui quest'anno si sono aggiunte le menzioni speciali “Digital Innovation nella Cultura” e “il Miglior Progetto realizzato nel Territorio Lombardo”. La mattina di lavori è stata anche l'occasione per discutere dei reali benefici che un rapporto strategico con i valori e i linguaggi della cultura assicura alla reputation di un'impresa e per presentare ai partecipanti le nuove norme semplificate in materia di sponsorizzazioni culturali e dare informazioni sulla piattaforma digitale di prossima apertura Sponsor Art.

Il Premio promosso dal Comitato non profit CULTURA+ IMPRESA, The Round Table e Federculture si riconferma la principale iniziativa italiana dedicata al riconoscimento e alla valorizzazione delle collaborazioni tra il settore culturale e il mondo delle imprese nonché l'unico strumento di benchmarking in grado di fornire un quadro evolutivo del panorama delle sponsorizzazioni culturali e attivazione di partnership. Dall'analisi dei soggetti proponenti di questa edizione, è emersa una sempre maggiore consapevolezza delle aziende nei confronti della cultura come mezzo espressivo ad elevato valore aggiunto: è aumentata infatti in modo considerevole la partecipazione al Premio delle Pmi e il numero dei progetti realizzati grazie all'attivazione dell' Art Bonus un fenomeno che a oggi ha coinvolto oltre 7.600 mecenati. Nonostante ciò, commenta Francesco Moneta, presidente del Comitato CULTURA+IMPRESA: “tutti questi casi iniziano a emergere perché l'offerta di progettualità culturale si è evoluta dal consueto concetto di sponsorizzazione verso quello di partnership, nel caso in cui questo passaggio non c'è stato o non ci dovesse essere le aziende preferiranno sempre fare da sole”.

I vincitori. Per la categoria “Sponsorizzazioni e Partnership Culturali” è stato premiato il MUSE -Museo delle Scienze di Trento e l'azienda Ricola con il progetto “Orti al MUSE”. Si tratta di una sponsorizzazione certamente non eclatante per dimensioni economiche, ma che rappresenta un esempio di come oggi si possano creare solide alleanze tra Cultura e Impresa se i principi generali sono condivisi. Il progetto è, infatti, espressione di un comune intento di salvaguardare l'ambiente a difesa della biodiversità. La collaborazione tra Ricola e il MUSE, tra le prime realtà 15 istituzioni in Italia e primo tra i musei di scienze per numero di visitatori (circa 500.000), ha riguardato diverse attività, tra cui la realizzazione di un percorso dedicato alle 13 erbe officinali nel Giardino Botanico Alpino Viote del Monte Bondone, sede territoriale del Museo e uno dei giardini botanici più antichi delle Alpi. Il cuore del progetto è lo spazio allestito con gli “Orti al Muse”, realizzato e curato dalla Sezione Botanica e inserito nel network internazionale “ Let it Grow ”, al cui interno sono state realizzate attività didattiche e formative rivolte a studenti e docenti.

“Orti al MUSE” (Sponsorizzazioni e Partnership culturali – MUSE Museo delle Scienze di Trento, Ricola)

Menzione Speciale: Rivelazioni-Finance for Fine Arts della Borsa Italiana London Stock Exchange Group .
Per la categoria “Produzioni culturali d'Impresa” è stato premiato Franco Cosimo Panini Editore con il progetto “Comix Games, La Parola è un Gioco”, un'iniziativa dedicata al mondo della scuola e delle giovani generazioni e che è riuscita a mettere in sinergia la storica azienda Panini, La Repubblica e il Salone del Libro di Torino. Per la sfida ludolinguistica, giunta ormai alla sua sesta edizione, il 14 maggio 2018 si sono sfidati a Torino oltre 400 studenti da tutta Italia.
Menzione Speciale: Il percorso archeologico nell'aeroporto di Napoli- GE.SA.C. SpA - Aeroporto Internazionale di Napoli.

“Comix Games, La Parola è̀un Gioco” (Produzioni culturali d'Impresa – Franco Cosimo Panini Editore)

Per la Sezione “Fondazioni d'Impresa” è stata premiata Fondazione TIM per l'impegno preso, dal valore economico di circa 6 milioni di euro, di restituire alla città di Roma e all'intera collettività il Mausoleo di Augusto , uno dei più maestosi e significativi monumenti di Roma antica chiuso al pubblico dal 2007. Alla convenzione sul restauro si aggiunge un accordo di valorizzazione e multimedialità pari a 2 milioni di euro, la partnership punta a restituire “visibilità” al Mausoleo di Augusto.
Menzione Speciale: Centro Arti E Scienze Golinelli - Fondazione Golinelli .

“Mausoleo d'Augusto” (Fondazioni d'Impresa – Fondazione TIM)

Per la categoria “Art Bonus” il premio va al progetto Venice Gardens Foundation volto al restauro, valorizzazione e gestione del compendio monumentale dei Giardini Reali di Venezia . Il Progetto nasce da una sinergia d'intenti tra la Venice Gardens Foundation, il Demanio della Stato Italiano , la S oprintendenza dei Beni architettonici e del Paesaggio , il Comune di Venezia. Decisivo per la realizzazione del Progetto è stato l'inserimento nelle liste all'interno dell'Art bonus e le Assicurazioni Generali Spa , che hanno fatto da traino all'intero progetto per impegno economico.
Menzione Speciale: Circolo Di Athena - Parco Archeologico di Paestum (PAE).

Restauro dei Giardini Reali di Venezia (Art Bonus –Venice Gardens Foundation)

A questi quattro progetti è stato conferito il premio d'artista “Container”, che quest'anno è stato realizzato in collaborazione con Verona-Arteverona e Luigi Antolini dallo scultore Jago .

“Container” artista Jago

Tra le nuove menzioni speciali ci sono OMAL -Corporate Art per la sezione “Migliori Progetti in Lombardia” e Fondazione FS Italiane per la categoria “Digital Innovation in Arts”. Il primo è un progetto che vede un'azienda metalmeccanica bresciana contaminarsi con arti e performance teatrali coinvolgendo tutti i livelli aziendali e che ha visto la realizzazione di quattro murales per raccontare con colori e immagini ciò che di solito si descrive in un company profile, ossia i valori e la vision di un'azienda. Il secondo, invece, premia la Fondazione FS Italiane, che ha avviato nel 2015 un percorso di tutela e valorizzazione del patrimonio storico-documentale del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane attraverso la digitalizzazione dei suoi archivi. Il processo ha finora interessato circa 500 volumi degli orari pubblicati a partire dal 1899, circa 13.000 disegni di architettura datati dagli anni '30 agli anni '70 relativi a progetti di stazioni e fabbricati ferroviari e circa 60.000 tra immagini native digitali, diapositive, negativi e lastre in vetro che testimoniano la storia delle Ferrovie dello Stato Italiane e l'evoluzione del contesto socio-culturale dal secondo dopoguerra ad oggi.
Il Comitato non profit CULTURA + IMPRESA ha deciso, infine, di assegnare un riconoscimento a chi stimola le sinergie tra il mondo della cultura e dell'impresa: quest'anno il Premio, realizzato dall'artista Gaetano Grillo, verrà consegnato a Luigi Bonotto, creatore delle omonime Manifattura tessile vicentina e Fondazione d'Arte .

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...