Dalla tregua fiscale al bonus Tv, ecco le principali misure allo studio della manovra

4/13Politica Economica

Cuneo fiscale contributivo / Con 3,5-4 miliardi parte il taglio di due punti

(relif - stock.adobe.com)

Con una dote tra i 3,5 e i 4 miliardi il governo Meloni punta a confermare il taglio al cuneo fiscale contributivo di 2 punti, a vantaggio dei lavoratori, fino a 35mila euro di reddito. La misura è stata introdotta dal governo Draghi solo per il 2022. Il nuovo esecutivo la confermerebbe nel 2023. L’obiettivo, come ripetuto dalla premier, Giorgia Meloni, è di arrivare, in modo graduale, a una sforbiciata del cuneo fino ad almeno cinque punti, suddividendo il vantaggio due terzi lato lavoratore, un terzo lato imprese. Negli incontri con il ministro del Lavoro, Marina Calderone, e con la stessa Meloni, tutte le parti sociali hanno confermato l’urgenza di ridurre il cuneo che ha ormai raggiunto livelli monstre: siamo al 46,5% secondo l’Ocse, tra i peggiori a livello internazionale, sfioriamo il 50% se aggiungiamo oneri e contributi sociali. Si raggiunge il 60% se facciamo riferimento alla massa salariale.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti