Sport

Curling, l'Italia maschile conquista le Olimpiadi di PyeongChang

a cura di Datasport


2' di lettura

L'Italia ha fatto la storia. Grande impresa dell'Italia maschile del curling che per la prima volta nella sua storia si qualifica alle Olimpiadi invernali. Gli azzurri superano a Plzen, in Repubblica Cece, la Danimarca 6-5 all’extra end strappando il pass per PyeongChang. Torino 2006 a parte, quando la Nazionale era presente in qualità di Paese organizzatore, questa è la prima qualificazione ottenuta "sul campo" da uqando la disciplina è diventata olimpica, cioè da Nagano 1998.    Partita tesa ed equilibrata quella contro la Danimarca per la squadra tricolore allenata da Soren Gran e composta da Joel Retornaz (third e skip, Sporting Club Pinerolo), Amos Mosaner (fourth, Aeronautica Militare), Simone Gonin (second, Sporting Club Pinerolo), Daniele Ferrazza (lead, Curling Cembra) e Andrea Pilzer (alternate, Curling Cembra). I danesi che, forti un un bilancio di sei-uno, avevano vinto il girone e anche per una questione di esperienza partivano favoriti, si sono dovuti arrendere in un finale pazzesco nell'end di spareggio al cuore degli azzurri. Il pronostico è stato così clamorosamente ribaltato e la festa dell'Italia è cominciata. E in Corea del Sud ora si può sognare.   L’uomo copertina, insieme a Mosaner, eroe di giornata, è però Retornaz, già presente a Torino 2006: "Nonostante l’esperienza e i 34 anni non sono riuscito a dormire. Questo giorno significa tantissimo: abbiamo vinto le partite giuste e ce lo siamo meritati. E' la prima volta che raggiungiamo i Giochi giocandocela sul ghiaccio, senza il vantaggio di essere Paese ospitante, e questo dà l'idea della nostra impresa: è il giorno più importante della mia carriera. Quando parlo di Torino 2006, che ho vissuto da giocatore mi vengono i brividi e volevo li potessero provassero anche i miei compagni".   Così sarà: gli azzurri, in Sud Corea, sfideranno Canada, Giappone, Gran Bretagna, Norvegia, Stati Uniti, Svezia, Svizzera e la vincente di R.Ceca-Danimarca. E adesso tocca alle ragazze emulare l'impresa dei maschi. L'avversario sulla strada di PyeongChang sarà sempre la Danimarca, ma adesso fa meno paura. 

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti