0/0Web

Cyberspionaggio all'italiana

default onloading pic
Giulio Occhionero, e la sorella . Foto Ansa

Intercettavano illecitamente le comunicazioni informatiche di politici, istituzioni e pubbliche amministrazioni. In manette sono finiti in settimana un ingegnere nucleare di 45 anni, Giulio Occhionero, e la sorella di 49 anni, entrambi residenti a Londra e domiciliati a Roma, misteriosi protagonisti di un’altrettanto misteriosa vicenda di spionaggio digitale che ha colpito decine di politici, militari e istituzioni, dagli ex premier Mario Monti e Matteo Renzi al presidente della Bce Mario Draghi, dall'ex comandante generale della Guardia di Finanza, Saverio Capolupo, al cardinale Gianfranco Ravasi. Nei loro confronti sono ipotizzati i reati di procacciamento di notizie concernenti la sicurezza dello Stato, accesso abusivo a sistema informatico aggravato e intercettazione illecita di comunicazioni informatiche o telematiche.Vai alla notiziaL'operazione è stata denominata Eye Pyramid: da dove deriva questo nome?La risposta nell'ultima scheda

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti