ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIndustria della montagna

Da Bolzano i battipista per le gare di sci ai Giochi di Pechino

Saranno firmate Prinoth le piste delle prossime Olimpiadi invernali in Cina. La società altoatesina del Gruppo Hti ha fornito al Comitato olimpico organizzatore una flotta di oltre 50 battipista

di Enrico Netti

3' di lettura

Saranno firmate Prinoth le piste delle prossime Olimpiadi invernali di Pechino. La società altoatesina del Gruppo Hti ha fornito al Comitato olimpico organizzatore una flotta di oltre 50 battipista che saranno impiegati nella preparazione delle piste per le gare di sci e altre discipline battendo la concorrenza di un fornitore tedesco. È invece al debutto ai Giochi una piattaforma software, sempre fornita da Prinoth, che misura l’altezza del manto nevoso, gestisce in tempo reale la flotta dei veicoli e contribuisce a realizzare piste che offrono le migliori condizioni di gara. La società vanta un ricco palmares di forniture ai Giochi invernali ed è stata fornitrice di diversi Comitati a partire dal 1994.

Fornitura da 25 milioni

Alle gare di Pechino i battipista verranno impiegati per la preparazione delle piste dello sci alpino nel National Alpine Ski Centre a Xiaohaituo, a circa 74 chilometri a nord-ovest della Capitale, per le piste di Genting dove si svolgeranno le competizioni di freestyle, di Aoti dove saranno di scena le discipline nordiche e a Pechino, dove è previsto il principale evento di Big Air, le acrobatiche gare con lo snowboard. Gli oltre 50 veicoli made in Italy forniti comprendono Leitwolf, nel settore è la macchina più potente sul mercato, il battipista Bison, usato per realizzare gli snowpark e l’Husky per la messa a punto degli eventi di sci nordico. Il valore complessivo della fornitura è intorno ai 25 milioni di euro e, in termini di volumi, rappresenta un decimo della produzione annuale di Prinoth.

Loading...

Un software che misura l’altezza della neve

«Essere presenti alle più importanti competizioni e avere la responsabilità di preparare le piste su cui si sfiderà l’élite mondiale è nuovamente motivo di grande orgoglio per la nostra azienda - premette Horst Haller, amministratore delegato di Prinoth Snow Grooming -. Abbiamo la consapevolezza di avere fatto tutto il possibile per garantire agli atleti le migliori possibilità di stabilire nuovi record». Per la prima volta nella preparazione dei campi di gara verrà utilizzato un software sviluppato in collaborazione con Leica Geosystems che rende molto più precisa ed efficiente l’attività. Il sistema misura l’altezza della neve utilizzando i dati provenienti dal sistema satellitare e viene adattato alle specifiche esigenze della neve e delle piste. Alla base di questa soluzione c’è il modello 3D del terreno che serve come riferimento per la misurazione esatta dell’altezza della neve con una accuratezza quasi millimetrica. Così l’operatore a bordo conosce in tempo reale il terreno su cui opera e le condizioni della neve. Tra le altre cose il sistema consente di conoscere la posizione dei mezzi e programmare con precisione gli interventi di manutenzione per evitare imprevisti fermo macchina.

Al termine dei giochi i mezzi resteranno in Cina

Al termine dei giochi i mezzi resteranno in Cina impiegati nei vari comprensori montani creati anche dall’azienda di Vipiteno. Nel grande paese 15 anni fa Michael Seeber, patron del Gruppo High technology industries (Hti), con un team di imprenditori altoatesini ha creato il «Dolomiti Ski Mountain Resort» sui monti Sabei non solo per esportare il modello di vacanze sulle neve ma soprattutto avvicinare milioni di cinesi agli sport invernali. Il Gruppo High technology industries è una multinazionale tascabile leader mondiale negli impianti a fune (Leitner e Poma), dei battipista e veicoli cingolati (Prinoth), dell’innevamento programmato (Demaclenko) e l’energia eolica (Leitwind). Prima della pandemia il fatturato aveva superato il miliardo mentre il 2020 ha visto ricavi per 887 milioni con 26,9 milioni investiti in ricerca e sviluppo e altri 23,8 milioni in beni strumentali. Per finire quelli di Pechino saranno i primi giochi invernali trasmessi in 8K. Infatti l’emittente China Media Group dopo avere lanciato il canale Cctv 8K, il primo in ultra alta risoluzione, trasmetterà su grandi schermi le gare.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti