SFILATE MODA UOMO

Da Ermenegildo Zegna Couture inno totale e visionario al riuso

di Angelo Flaccavento

(Ap)

3' di lettura

Sostenibilità è un termine così abusato, nella moda, da aver perso ogni peso e significato. Il più delle volte, sentendolo, si ha l'impressione che si parli del trend del momento, o peggio ancora della nuova strategia di storytelling - imbattibile ma farlocca.
Non potrebbe essere diversamente: con il suo ciclo produttivo a getto continuo, e l'esigenza indotta di acquisto a ripetizione causa repentina obsolescenza estetica, la moda di sostenibile ha ben poco, come industria e come mentalità. A meno di puntare sul riuso dell'esistente, sulla trasformazione dello scarto in possibilità.
Oggi lo si chiama upcycling, e consiste nel riconfigurare abiti e stoffe che già esistono dando una nuova forma e quindi una nuove vita - Martin Margiela illo tempore ha fatto scuola. Forte della sapienza manifatturiera e tessile di Zegna, il direttore creativo Alessandro Sartori porta l'idea ad un nuovo livello di espressione, insieme più alto, per qualità del segno, più profondo, perchè calato nelle fibre e nella materia, e più innovativo, perché basato su una sintesi ferrea di mezzi.
Lo show Ermenegildo Zegna Couture con il quale ieri si é aperta la breve kermesse della moda uomo a Milano é un inno visionario e totale al riuso, racchiuso nell'hashtag #UseTheExisting. Uno slogan, in effetti, da adottare in toto come filosofia di vita, tra saggezza stoica e sostenibilità applicata. La coerenza del progetto è cosí forte ed evidente da riverberare su ogni cosa, dal prodotto alla comunicazione, e rendere subito chiaro che non siamo davanti all'ennesimo proclama orecchiabile ma vacuo.
Al contrario, tutto torna e tutto si tiene, perché Sartori non lascia mai nulla al caso. Si parte dai vestiti e si finisce con l'edificio che ospita lo show, o forse il contrario: in ogni caso il cerchio è chiuso, e le energie circolano. Non siamo nemmeno più a Milano, per la sfilata, ma a Sesto San Giovanni nella terra desolata che furono le Acciaierie Falk, un luogo di puro degrado urbano attualmente in corso di bonifica e riqualificazione.
Dal riuso dell'esistente, infatti, nascerà la città della salute. Primo centro. Poi ci sono le stoffe: tessuti naturali o sintetici realizzati dallo smembramento, nuova filatura e successiva tessitura di scarti della lavorazione degli abiti per le lane, e dal riutilizzo di plastiche e rifiuti per i sintetici. Secondo centro. Anche le stampe - composizioni/scomposizioni di righe - nascono da cose esistenti: scampoli di tessuti, assemblati e fotografati per poi creare motivi cinetici sulle superfici.
Altrimenti, sono pieghe e stropicciature piazzate che fanno pensare alle compressioni di Arman, artista che é stato gran riutilizzatore di cose esistenti. Il percorso materico, che é avvio e sostanza dell'intero processo creativo - da Zegna va cosí per dna e per autenticità - trova in fine ragion d'essere negli abiti, fusione perfetta di tradizione saartoriale e spirito metropolitano. Sartori è un designer tecnico: la gioia con cui parla di grammature delle stoffe e calature di una maglia è tangibile.
Il suo, però, non é il tecnicismo freddo di quanti si aggrappano al mestiere. Sartori osserva l'oggi, deciso a parlare ad una generazione frenetica, globale e iperconnessa con abiti adatti ai tempi ma sartorialmente impeccabili. Ecco allora le silhouette nette, le tasche capaci e tridimensionali che migrano dal parka al blazer, gli abiti leggeri come piume ma perfettamente strutturati, i capispalla pragmatici. Invero, è anche qui tutto un riuso, e certamente il più importante: la cultura del fare che si aggiorna e che si evolve, avendo nel proprio dna una modernità che è senza tempo. Non c'é nulla di più sostenibile.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti