Professionisti

Da Inarcassa le informazioni aggiornate sullo stato previdenziale degli iscritti

L’ente di previdenza di ingegneri e architetti vuole diventare partner previdenziale degli iscritti ed educarli a una programmazione consapevole della propria pensione

di Federica Micardi

(Rido - stock.adobe.com)

2' di lettura

Inarcassa, la Cassa di previdenza di ingegneri e architetti punta sulle nuove tecnologie per i giovani iscritti. L’ente ha avviato un progetto di digitalizzazione per la previdenza e ha affidato il progetto al nuovo vicepresidente Massimo Garbari.
«Le professioni stanno cambiando, la società sta cambiando, e come Cassa di previdenza stiamo facendo uno sforzo enorme, soprattutto dal punto di vista della tecnologia - spiega Garbari - Dal 2012, da quando siamo entrati nel sistema contributivo, la previdenza è un progetto e attraverso un cambio totale dei sistemi informatico Inarcassa punta a dare agli iscritti tutti gli strumenti necessari a programmare da subito la futura pensione».

Nuovi strumenti

Gli iscritti all’ente avranno la possibilità di vedere giorno per giorno, qual è lo stato dei loro versamenti, dei loro contributi, quanto rendono, quali sono le leve che hanno a disposizione per incrementare il loro futuro assegno previdenziale. Una sorta di “busta arancione Inps” in tempo reale, dove una volta entrato l'iscritto può vedere quanto ha versato, sapere quanto costa il riscatto della laurea e quanto può rendere questo riscatto, quale vantaggi si possono avere con la ricongiunzione per chi ha versamenti in più enti; in un prossimo futuro sarà possibile anche effettuare simulazioni.

Loading...

Partner previdenziale

Il progetto, che l'ente sta implementando in questi mesi, ha l'obiettivo di far diventare Inarcassa partner previdenziale dei suoi iscritti. «Al momento la possibilità dei versamenti volontari non viene molto considerata - racconta Garbari - i contributi previdenziali vengono percepiti come una tassa, invece sono un investimento», attraverso questi nuovi strumenti tecnologici l’ente vuole fornire a ingegneri e architetti le informazioni necessarie per poterlo capire; «vogliamo creare una sorta di console di comando - conclude Garbari - dove ogni iscritto può capire quali leve muovere e quali sono i risultati».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti