Linee guida allo studio

Vaccino, terza dose: come fare il richiamo con Pfizer e Moderna

Per la dose “booster” si tiene conto al momento dell’approvazione del vaccino Comirnaty di BioNTech/Pfizer come richiamo di un ciclo vaccinale primario

Covid, Comitato Usa raccomanda vaccino Pfizer a bambini 5-11 anni

3' di lettura

Dopo anziani e personale sanitario da gennaio potrebbe toccare al resto della popolazione. La road map per la somministrazione del nuovo richiamo prende gradualmente forma, secondo i diversi scenari che hanno per variabile l’andamento dei contagi , e terrà conto necessariamente dei tempi di somministrazione della prima e la seconda iniezione.
Come dose addizionale, cioè a completamento del ciclo, nella circolare del ministero della Salute con cui sono state aggiornate le indicazioni sulla campagna vaccinale si specifica che è possibile utilizzare come dose addizionale uno qualsiasi dei 2 vaccini a mRNA autorizzati in Italia, Comirnaty di BioNTech/Pfizer e Spikevax di Moderna, nei soggetti di età maggiore di 12 anni.

BioNTech/Pfizer per la dose “booster”

Per la dose “booster” (terza dose), come precisa la circolare, si tiene conto al momento dell’approvazione da parte di Ema del vaccino Comirnaty di BioNTech/Pfizer come richiamo di un ciclo vaccinale primario.
E ne viene raccomandato l’utilizzo, progressivamente, a favore dei soggetti di età maggiore di 80 anni;
- personale e ospiti dei presidi residenziali per anziani;
- esercenti le professioni sanitarie e operatori di interesse sanitario che svolgono le loroattività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali;
- le persone con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti di età uguale o maggiore di 18 anni;
- infine i soggetti over 60.
La dose “booster” del vaccino Comirnaty di BioNTech/Pfizer può essere utilizzata indipendentemente dal vaccino utilizzato per il ciclo primario e va somministrata dopo almeno 6 mesi dal completamento dello stesso.

Loading...

Disco verde (da Ema) a Moderna

Intanto da Ema è stata luce verde alla somministrazione della terza dose del vaccino Moderna nelle persone a partire dai 18 anni. I dati disponibili hanno indicato che una terza dose del vaccino Moderna, lo Spikevax, somministrata 6 o 8 mesi dopo la seconda porta a un incremento degli anticorpi negli adulti in cui il livello delle difese si è ridotto.
Per il richiamo la dose di vaccino è pari alla metà di quella somministrata la prima volta. I dati disponibili, osserva ancora l'Ema, indicano inoltre che i rischi di effetti collaterali dopo la terza dose restano simili a quelli della seconda dose e che in ogni caso l'Ema porterà avanti l'attento monitoraggio di questi fenomeni.
Come per tutti gli altri farmaci l'agenzia continuerà a valutare tutti i dati relativi alla sicurezza e all'efficacia dello Spikevax. Resta di competenza nazionale, si legge ancora nella nota dell'agenzia basata ad Amsterdam, la decisione di somministrare la terza dose in base alla situazione epidemiologica locale e ad altre informazioni su efficacia e sicurezza.
Gli esperti hanno sottolineato che una terza dose dei 2 vaccini può essere somministrata alle persone con gravi deficienze del sistema immunitario almeno 28 giorni dopo la seconda.

Per Johnson & Johnson Aifa si riunisce il 28

Ormai dato per certo è il richiamo per i vaccinati con il monodose J&J. Il ministero della Salute ha chiesto indicazione della Commissione tecnico consultiva dell'Aifa, che di riunirà il 28. Considerata anche la possibilità di utilizzare un vaccino a mRna, Pfizer o Moderna.
Per una nuova somministrazione non sarebbe necessario aspettare che sia trascorso il periodo di 6 mesi. Dal canto suo l'azienda farmaceutica spiega le risposte anticorpali generate dal vaccino a dose singola «sono rimaste robuste e stabili per otto mesi dopo l'immunizzazione», mentre «il richiamo a 6 mesi ha dato un aumento degli anticorpi di 12 volte».
Il via libera al booster è già arrivato negli Stati Uniti, dove la Fda ha raccomandato la nuova somministrazione a tutte le persone dai 18 anni in su. Ora, in attesa che anche l'Agenzia del farmaco europea (Ema) si pronunci sull'argomento, l'Aifa potrebbe dare il suo parere già nei prossimi giorni.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti