ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùStorie

Da Kiev a Leopoli gli ucraini celebrano la resistenza all’invasione russa

Nei grandi viali della capitale, invece della consueta parata, una mostra di mezzi militari nemici distrutti, dove i cittadini si sono aggirati per tutto il giorno

di Gigi Donelli

Tombe di giovani soldati a Leopoli

1' di lettura

24 agosto 2022, 31 anni di indipendenza, 6 mesi di guerra. Al posto delle parate e dei discorsi l'Ucraina ha celebrato la resistenza all'invasione. Nei grandi viali della capitale, invece della consueta parata, una mostra di mezzi militari nemici distrutti, dove i cittadini si sono aggirati per tutto il giorno.

Così hanno fatto a Leopoli, capitale occidentale, città turistica di solito, oggi punto di transito da e per l'Europa e rifugio per almeno 250mila sfollati di ogni parte del paese. C'è la comunità di Mariupol, con Olga (vedi foto sotto) che lavorava nel porto cerealicoli e ora organizza una mostra fotografica per non dimenticare.

Loading...

Ci sono famiglie arrivate da Kharkiv e dal Donbass dilaniato. Sono loro, soprattutto, dietro ai selfie scattati nella città, così diversa nella sua architettura asburgica dal profondo Est. I mezzi distrutti degli occupanti sono nel Rynok, la piazza del mercato, piazza affollata nonostante l'allarme scatti quasi ogni ora per tutto il giorno.

Una ragazza osserva un mezzo militare russo distrutto

Il suono lugubre della sirena, gli inviti della polizia a raggiungere i ricoveri sotterranei, e le app che scattano sui telefoni. Molti restano seduti dove sono, altri scendono nei sotterranei fino al via libera.

Il caffè davanti alla sinagoga della Rosa d’Oro

Tanti hanno fatto tappa allo storico cimitero cittadino di Lichackiv, dove le lapidi raccontano trecento anni di storia cittadina. I turisti si fermano sorridenti accanto alla tomba dell'eroe nazionale Ivan Franko e poi tacciono di fronte all'incedere dolente delle famiglie dei soldati: lo spazio dentro le mura è finito, oltre 80 tombe fresche sono state scavate fuori dal muro di cinta dove passano le auto e la città vive e va avanti.

La tomba di Ivan Franko

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti