LAVORO E COVID

Da Luxottica a Campari si moltiplicano gli hub aziendali per la vaccinazione

In attesa che arrivino i vaccini, le imprese si attrezzano concretamente con partnership e spazi per poter garantire la vaccinazione al maggior numero di lavoratori

di Cristina Casadei

2' di lettura

In attesa che arrivino i vaccini, le imprese si attrezzano concretamente con partnership e spazi per poter garantire la vaccinazione al maggior numero di lavoratori, ma anche cittadini. Così ieri Luxottica, l’Ulss Dolomiti e il Comune di Sedico hanno annunciato congiuntamente il percorso per attivare un nuovo Centro Vaccinale nel Palaskating di Sedico, che verrà aperto a tutta la popolazione dell’Ulss Dolomiti, aggiungendosi così ai 5 drive in già presenti all’ospedale di Belluno, Alpago Paludi, Feltre, Agordo e Tai. L’obiettivo è fare 250 vaccinazioni al giorno a persone residenti. Le prenotazioni sono già attive a partire dalla fascia di età 60-69 anni, mentre l’attività inizierà lunedì prossimo. Il team attivo al Palaskating sarà composto da due operatori sanitari dell’azienda sanitaria e da 11 operatori sanitari e tecnici messi a disposizione gratuitamente da Luxottica.

Intanto dalla collaborazione tra Campari e gruppo MultiMedica, è nato il Centro vaccinale corporate MultiMedica Marelli, a Sesto San Giovanni, alle porte di Milano (nella foto). L’avvio della campagna di immunizzazione è previsto non appena Regione Lombardia metterà a disposizione delle aziende aderenti i vaccini da somministrare al personale. Lo spazio è al servizio di un progetto socio-sanitario ed economico di ampio respiro e rappresenta una concreta opportunità per garantire la vaccinazione al maggior numero possibile di lavoratori delle aziende lombarde, nel minor tempo possibile, secondo quanto spiega una nota. In pratica, grazie alla partnership tra Campari e Multimedica sono stati riconvertiti e adattati gli ampi spazi di un immobile dismesso nella storica sede della Ercole Marelli, a Sesto San Giovanni, realizzando un Centro Vaccinale Territoriale Straordinario che avrà una superficie di circa 2mila metri quadrati, 10 linee vaccinali e sarà in grado di garantire sino a 200 somministrazioni di vaccino ogni ora, per un totale di 2mila al giorno per i lavoratori lombardi.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti