ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCultura

Da Masaccio a Caravaggio: 60 capolavori del Museo di Capodimonte esposti al Louvre

Dal giugno 2023, una sessantina di capolavori del museo Capodimonte diretto già da qualche anno dal francese Sylvain Bellenger - tra cui il Ritratto di giovane donna (Antea) del Parmigianino, La Crocifissione di Masaccio, la Trasfigurazione di Giovanni Bellini, la Danae di Tiziano, la Flagellazione di Caravaggio - raggiungeranno per sei mesi il museo parigino

di Andrea Gagliardi

(REUTERS)

2' di lettura

«Napoli a Parigi»: il Museo del Louvre ha annunciato la conclusione di un accordo di partenariato con il museo Capodimonte di Napoli, che contribuisce al rilancio delle relazioni franco-italiane sancito con la firma del trattato del Quirinale lo scorso anno a Roma. Dal giugno 2023, una sessantina di capolavori del museo Capodimonte diretto già da qualche anno dal francese Sylvain Bellenger - tra cui il Ritratto di giovane donna (Antea) del Parmigianino, La Crocifissione di Masaccio, la Trasfigurazione di Giovanni Bellini, la Danae di Tiziano, la Flagellazione di Caravaggio - raggiungeranno per sei mesi il museo parigino, il più grande al mondo.

Napoli a Parigi per un semestre

«Nel 2023 i più bei capolavori del museo di Capodimonte dialogheranno con quelli del Louvre, all’interno del museo, nel quadro di un dispositivo inedito. Una ricca programmazione musicale e cinematografica arricchirà questo invito, per portare definitivamente per un semestre Napoli a Parigi», ha annunciato la neo presidente del Louvre, Laurence de Cars, presentando l’evento in conferenza stampa a Parigi al fianco di Bellenger. Le due metropoli sono legate da relazioni profonde, che affondano le radici in secoli di storia comune. Come anche i due musei, entrambi dimore reali trasformate in musei, ricche di collezioni ereditate da grandi sovrani.

Loading...
Alcune delle opere che saranno esposte al Louvre

Alcune delle opere che saranno esposte al Louvre

Photogallery5 foto

Visualizza

Esposti anche 33 dipinti

Capodimonte invierà le opere a Parigi dal giugno 2023, approfittando di una campagna di restauri dell’ex dimora reale che avrebbe comunque necessitato di rimuovere i dipinti e la chiusura al pubblico. Per sei mesi, dunque, per la gioia di parigini, turisti e magari anche qualche napoletano in visita a Parigi, una sessantina di opere di Capodimonte, tra cui 33 dipinti, verranno messi in relazione con le collezioni del Louvre (Tiziano, Caravaggio, Carracci, Guido Reni, per citarne solo alcuni) quando non andranno a completarle. Tra i capolavori in prestito, anche scuole poco o per nulla rappresentate nella capitale di Francia, come i maestri della scuola napoletana: De Ribera, Francesco Guarino o Mattia Preti.

In programma anche concerti, film e spettacoli

L’ambiziosa programmazione culturale di “Naples à Paris. Le Louvre invite le Musée de Capodimonte” prevede, oltre ai prestiti partenopei, anche concerti, film e spettacoli. A Parigi verrà ad esibirsi, tra l’altro, l’orchestra dei giovani cantanti del Teatro San Carlo, ma sono attesi anche scrittori, registi e attori, in occasione di un festival cinematografico dedicato a Napoli, tra le destinazioni da sempre più amate dai francesi.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti