LA STRATEGIA ANTI-COVID DELL’ISOLA

Da oggi test rapidi per mettere piede in Sardegna: quarantena di 10 giorni per chi si rifiuta

Per coloro che non sono stati vaccinati e non hanno effettuato il test prima, ci sono tre opzioni. Sottoporsi al tampone antigenico all'arrivo, negli spazi dedicati di porti e aeroporti (da ripetere dopo 5 giorni in caso di negatività), effettuare un test entro 48 ore in una struttura convenzionata o rimanere in quarantena per 10 giorni

di Davide Madeddu

default onloading pic
Il centro di vaccinazioni alla Fiera della sardegna a Cagliari (foto Ansa)

3' di lettura

Registrazione, certificati, test o, per chi si rifiuta, quarantena di dieci giorni. In Sardegna, l'unica regione bianca, parte da oggi e (per il momento) sino al 24 marzo, la stretta per contrastare i contagi da Coronavirus. Primo passo per chi deve mettere piede sul territorio regionale, arrivando in nave o in aereo, la registrazione attraverso la sezione dedicata presente nel sito istituzionale della Regione, oppure attraverso l'app Sardegna Sicura (scaricabile su dispositivi Android o Os).

La registrazione

Durante la registrazione, che dovrà essere presentata agli imbarchi assieme ai documenti, i viaggiatori potranno certificare di essere stati immunizzati (con la somministrazione della prima e seconda dose di vaccino) o di essere risultati negativi a test diagnostico con tampone non oltre le 48 ore dalla partenza. Chi si presenta con uno dei due certificati, da presentare con la carta d'imbarco, può entrare sul territorio regionale.

Loading...

I non vaccinati

Per coloro che non sono stati vaccinati e non hanno effettuato il test prima, ci sono tre opzioni. Sottoporsi al tampone antigenico all'arrivo, negli spazi dedicati di porti e aeroporti (da ripetere dopo 5 giorni in caso di negatività), effettuare un test entro 48 ore in una struttura convenzionata o rimanere in quarantena per 10 giorni. Nei porti e negli aeroporti sono già state sistemate le strutture e i corridoi per garantire il servizio alle persone in arrivo.

Cosa si può fare

Con la classificazione a regione bianca, già dalla scorsa settimana, è stato spostato alle 23.30 l'inizio del coprifuoco, per i bar l'orario di chiusura è stato fissato alle 21 e per la ristorazione alle 23. Da oggi partono altri nuovi cambiamenti (sino al 15 marzo). Uno riguarda la scuola, dato che le lezioni in presenza passeranno al 75 per cento e l'altro il trasporto pubblico che vede salire al 50 per cento dei posti il numero dei viaggiatori.Restano ancora chiuse le palestre, piscine e scuole di danza. Le riaperture saranno disposte con nuove ordinanze e dopo l'analisi dell'andamento epidemiologico di concerto tra la Regione, l'Iss e il comitato tecnico scientifico.

La campagna “Sardi sicuri”

Ieri, intanto, si è conclusa a Cagliari la quarta tappa di 'Sardi e sicuri', progetto della Regione realizzato da Ares-Ats per contrastare la diffusione del Covid-19 con 180mila screening (sino a ieri) nei diversi centri dell'isola. Ieri, sempre a Cagliari, si è svolto il “vaccine day” che ha inaugurato l'apertura dell'Hub vaccinale dell'Area metropolitana. Nel centro di vaccinazione allestito alla Fiera sono stati immunizzati 1.070 cittadini ultraottantenni, come previsto nel piano della campagna in corso. La struttura, dotata di 20 ambulatori, ha la capacità di somministrare fino a 1.500 dosi al giorno.

I contagi

Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 95 casi mentre resta invariato (1183) il numero dei decessi. Dall'inizio dell'emergenza i casi di positività accertati sono 41.745. In totale sono stati eseguiti 794.272 tamponi, per un incremento complessivo di 2.393 test rispetto al dato precedente. «Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna per l'Isola un tasso di positività del 3,9% - si legge nel rapporto -. Sono invece 188 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-3), mentre restano 24 i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.474. I guariti sono complessivamente 27.691 (+55), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 185».


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti