MEPHISTO WALTZ

Da Pan a paideia


2' di lettura

 Pan, dio pagano satiro e pastore, corna, gambe caprine, zampe irsute e barbetta: il ritratto oleografico di Satana per l’iconografia cristiana, l’ideale per incutere timorem dei. In realtà un bonaccione, con abitudini sessuali spinte e urla diaboliche. Tanto che il gregge si terrorizza e fugge, ventre a terra, finendo nel burrone: ecco da dove viene il panico. Una goduria per i diavoletti appostati nell’orrido, per allenarsi alla cattura delle anime degli umanoidi, ieri e oggi usciti di senno per le manipolazioni del capopopolo o della rock star del momento.

Furor di popolo, blow up delle falangi di ragazzini che “fanno” l’aperitivo di fronte a un locale, per mettersi in mostra meglio, per apparire anziché essere. E poco dopo all’improvviso, si trasferiscono a un altro bar, di fronte, che per misteriose ragioni fa più trendy: proprio come ormai succede in Parlamento. Fake news, propaganda, delirio di popoli. Paolo Mieli cita trenta casi storici (Le verità nascoste, Rizzoli).

Il Prof. Stefano Casertano, uno fuori dal coro, ha spesso documentato realtà di cui non si parla. Le emissioni di CO2 degli Stati Uniti, grazie al passaggio dal carbone al gas, sono diminuite in venticinque anni del 10% malgrado il raddoppio dell’economia. L’Europa fa ancor meglio, con un meno 20%. Mentre il più grande untore é diventato la Cina, con emissioni cinque volte più grandi. E la plastica? Il 46% della “Great Pacific garbage patch” è costituito dalle reti dei pescatori, con ancora la Cina che svetta, in un mare pattumiera ove ne scarica 3,5 mln di tonnellate, seguita da Indonesia con 1,3 mln e Filippine col Vietnam. Nel Mediterraneo il record è dell’Egitto: 0,4 mln, poco più della metà degli U.S.A.

Dei dieci big fiumi, autostrade della plastica in mare, otto scorrono in Asia (gli altri due sono Nilo e Niger). Incredibile auditu: la povertà assoluta, che nel 1990 colpiva il 40% dell’umanità, è scesa al 10%. Mentre l’età media in soli cento anni é raddoppiata, malgrado i veleni dell’aria e dei cibi. Non sarebbe diabolico se il branco finalmente si prendesse un momento di pausa? Resettando se stesso con pillole di paideia, humanitas ed educatio: l’”e ducēre” di Socrate e  Platone, il “tirar fuori” l’inprint positivo che è dentro di noi. Deo gratias.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...