amministrative

Da La Spezia a Catanzaro, tutte le intese tra centrodestra e alfaniani negli enti locali

di Andrea Marini

(ANSA )

2' di lettura

Sembra sempre più perentorio il no di Fratelli d’Italia e Lega verso l’ipotesi di una intesa con gli alfaniani di Alternativa popolare per le elezioni regionali in Sicilia di novembre. Eppure nelle precedenti amministrative non sono mancati i casi in cui i partiti del centrodestra hanno presentato i loro simboli a fianco del cuore giallo in campo blu di Alternativa popolare. Solo alle ultime amministrative di giugno l’alleanza è stata stretta a La Spezia, Frosinone, Lecce e Catanzaro: quattro comuni capoluogo sui 25 chiamati al rinnovo.

Le regionali in Liguria del 2015
In realtà già nel 2015, in occasione delle regionali in Liguria che consacrarono presidente a sorprese il forzista Giovanni Toti, fu stretta una alleanza tra Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e l’allora Area popolare di Angelino Alfano. Toti vinse con il 34,5% contro la candidata Pd Raffaella Paita (27,9%). Il contributo di Ap in quella occasione si fermò all’1,7%.

Loading...

Ap a sostegno di Parisi, candidato del centrodestra a Milano nel 2016
L’anno successivo è stata la volta della corsa a sindaco di Milano. Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia si sono presentati a fianco degli alfaniani a sostegno di Stefano Parisi. In quella occasione i centristi misero in campo la lista Milano popolare, sempre caratterizzata dal cuore giallo, su input di Maurizio Lupi, fedelissimo di Alfano. Il 3,1% portato a casa da Milano popolare non fu sufficiente a far vincere Parisi, che perse contro Giuseppe Sala (centrosinistra) per pochi punti percentuali.

Le comunali 2017 a La Spezia
Stessa formula nelle comunali di giugno scorso a La Spezia, dove il candidato sindaco del centrodestra Pierluigi Peracchini è stato eletto primo cittadino con il sostegno degli alfaniani riuniti nella lista La Spezia popolare (sempre con l’inconfondibilie simbolo del cuore giallo). A fianco, oltre alla Lega Nord, la lista unica “Fratelli d’Italia-An-Forza Italia” risultata la prima della coalizione con il 13,9%.

I casi di Frosinone, Catanzaro e Lecce
A Catanzaro, Ap (con la lista Ap-Catanzaro da vivere) ha ottenuto il 9,1%, la seconda lista della coalizione (dopo Fi) a sostegno del riconfermato sindaco Sergio Abramo di Forza Italia. Bene Ap anche a Frosinone, con quasi il 5% della sua lista in appoggio al sindaco uscente di centrodestra Nicola Ottaviani (riconfermato primo cittadino). A Lecce, invece, Ap ha presentato il cuore giallo con la lista Lecce popolare, non andando oltre il 2,1%, a sostegno del candidato sindaco di centrodestra Mauro Giliberti, battuto da Carlo Salvemini del centrosinistra.



Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti