dismissioni

Da Trieste alla Puglia, 24 immobili pubblici all’asta

di Andrea Monti

Fabbricato in vendita a Trieste (foto Agenzia del Demanio)

2' di lettura

Tra fine gennaio e febbraio scadono i termini per provare a comprare 24 immobili demaniali, divisi tra Friuli Venezia Giulia e Puglia. Gli avvisi di vendita per la prima regione sono due e comprendono cinque lotti, tutti a Trieste: un compendio da un milione e mezzo, due fabbricati da 700mila euro l'uno e due caserme, una sui 300mila e una sui 200mila euro. Il bando pugliese mette all'asta un appartamento da 180mila euro a Taranto, due sui 100mila l’uno a Bari, una torre costiera da 90mila nel Foggiano e altri 15 beni.

A Trieste
Il primo avviso di vendita scade il 30 gennaio e riguarda due ex caserme dei carabinieri. Entrambe sono vicine al confine sloveno e sono in condizioni di manutenzione definite “pessime”. Il primo edificio è al valico di Gropada, misura circa 2.300 mq e richiede almeno 315mila euro. Il secondo è in località Basovizza, ha una superficie sui 1.700 mq e un prezzo minimo di 200mila euro.

Loading...

Il secondo bando fissa il 15 febbraio come termine per le offerte e comprende tre lotti. Il più caro è un compendio a Opicina, periferia nord del capoluogo friulano, con base d'asta un milione e 420mila euro. L’area misura 5mila mq, ma l’avviso di vendita dice che è in corso il frazionamento delle particelle catastali e che solo dopo si saprà l’estensione esatta della proprietà in gioco. Nella stessa zona è in vendita un fabbricato da almeno 711mila euro con superficie sui 1.700 mq, mentre in posizione più centrale – a ridosso del golfo di Trieste – è sul mercato un immobile che fa parte di un vecchio complesso industriale. Il prezzo minimo è 670mila euro e siamo vicini ai 7mila mq, ma anche in questo caso la misura è solo stimata, in attesa del frazionamento delle particelle.

In Puglia
Il bando per questa regione scade il 21 febbraio e riguarda 19 proprietà. Le prime sono due appartamenti a Taranto, uno da 59mila e uno da 176mila euro. A Bari sono in vendita una palazzina da 49mila euro, un locale da 32mila e due alloggi, uno da 113mila e uno da 95mila euro. Nella provincia del capoluogo sono sul mercato anche un ex casello ferroviario a Bitetto, prezzo minimo 46mila euro, e un'unità immobiliare a Terlizzi, per cui si parte da 24mila.

Nel Foggiano i beni sul piatto sono cinque. I primi due sono un locale e un appartamento a Lucera, con basi d'asta fissate rispettivamente a 44mila e 103mila euro. A Monte Sant'Angelo vengono alienati un fabbricato da 17mila euro e un locale da 5mila, mentre a Lesina si può comprare una torre costiera dichiarata “di notevole interesse storico-artistico”, che richiede almeno 87mila euro. Gli ultimi sei lotti sono in provincia di Lecce. In gioco una porzione di fabbricato nel capoluogo da 113mila euro, un'autorimessa a Copertino da 167mila, un locale a Cursi da 57mila, un fabbricato a Casarano da 81mila e due immobili a Surbo, uno da 106mila e uno da 127mila euro.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati