open banking

Da Widiba aggregatore di conti e bonifici istantanei dalla app

Integrazione di tutti i conti correnti personali e modello conversazionale per la nuova app della banca digitale

di P.Sol.

default onloading pic

Integrazione di tutti i conti correnti personali e modello conversazionale per la nuova app della banca digitale


2' di lettura

Qualche tempo fa aveva adottato un'interfaccia simile a Google per il sito, permettendo di muoversi all'interno della banca esattamente come l'utente è abituato a fare online. Ora Widiba ridisegna la propria app tornando a ricalcare l'esperienza d'uso dell'utente in mobilità, arrivando a semplificare l'uso della banca nell'esperienza quotidiana prendendo a prestito il modello della chat.

Così la banca digitale del Gruppo Mps ha lanciato la app mobile del tutto ripensata nella sua architettura ricostruendola sulla base di un design che punta a intercettare le reali esigenze dell'utente. «Abbiamo scelto una modalità conversazionale, un modello chat che diventa la base del dialogo con la banca», spiega Roberta Zurlo, responsabile commerciale di Widiba.

Loading...

L'app è costruita attorno a un anticipatory design fatto di versioni personalizzabili direttamente dall'utente insieme a interfacce dinamiche che si modificano sulla base dell'utilizzo dell'utente: «Abbiamo voluto creare un'immediatezza tra quello che l'utente vuole fare e come lo fa».

Per questo Widiba ha contemporaneamente completato la prima fase del progetto di interfaccia vocale con l'assistente virtuale di Google Home, aprendo la possibilità di interfacciarsi in maniera naturale con il servizio che permette di fare una serie di servizi di base, dalla ricarica del cellulare e della prepagata ai movimenti del conto e della carta fino alle promozioni offerte.

Il dialogo con il cliente evolve anche alla luce della Psd2, con un'accelerazione dei servizi in chiave open banking. La nuova app include anche il nuovo servizio di integrazione di tutti i conti corrente che l'utente ha aperto anche in altro banche, grazie alla Api messa a punto da Sia che connette i dati con oltre duecento banche.

Il servizio è destinato ad ampliarsi entro l'estate aggiungendo anche l'integrazione del bonifico istantaneo che potrà essere attivato anche dagli altri conti personali direttamente dall'interno della app.

In prospettiva Widiba prevede di sviluppare un motore di personal finance management sempre a portata di mano che possa avere sotto controllo la situazione finanziaria dell'utente, anche grazie all'accesso ai dati degli altri conti, consentendo così di avere una categorizzazione delle spese da integrare con le scadenze in arrivo e gli obiettivi che si vogliono raggiungere.

«Dobbiamo educare il cliente - conclude Zurlo - per fargli comprendere in maniera concreta che la condivisione dei dati, anche di quelli finanziari solitamente gelosamente conservati, può dispiegare un grande valore per l'utente». Anche per questo la banca ha avviato un'iniziativa di Open Stories per divulgare il valore reale nascosto dietro l'etichetta spesso fumosa dell'open banking.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti