IL CALENDARIO DEGLI ADEMPIMENTI

Dagli acconti Irpef alla cedolare, giovedì maxi-ingorgo di 81 scadenze

di Giovanni Parente

2' di lettura

Il clou è per fine mese, quando cittadini, imprese e professionisti dovranno metter mano al portafoglio o alla cassa per versare gli acconti e nel complesso si concentreranno 81 scadenze. Ma chi pensa che novembre si esaurisca solo nel giorno 30 non ha dato un’occhiata all’intero calendario che il Fisco italiano riserva ai contribuenti. Nel complesso sono 268 gli appuntamenti in agenda (stando al conteggio che emerge dallo scadenzario online dell’agenzia delle Entrate), che naturalmente non si concentrano tutti sugli stessi soggetti ma sono differenziati (anche a seconda delle situazioni, ad esempio per chi ha rateizzato i versamentio d’imposta nei mesi scorsi) ma il numero comunque fa una certa impressione.

Imposta di bollo e 730 integrativo

Loading...

Il debutto non è in salita, ma il cammino è sicuramente un crescendo. Il 9 novembre, infatti, è il giorno entro cui va versata l’imposta di bollo assolta in modo virtuale dovuta sugli assegni circolari rilasciati in forma libera in circolazione alla fine del terzo trimestre 2017: un adempimento che riguarda, essenzialmente, il mondo degli intermediari finanziari.

Per il 10 novembre è, invece, in calendario un doppio appuntamento che riguarderà Caf e intermediari abilitati a cui si sono rivolti pensionati e dipendenti per le integrazioni al modello 730 presentato la scorsa estate. Entro tale data:
•va consegnato al contribuente interessato il modello 730 integrativo elaborato e comunicato al sostituto d’imposta il risultato finale della dichiarazione;

•va comunicato al sostituto d’imposta il risultato finale della dichiarazione;

•va trasmesso telematicamente alle Entrate il modello integrativo.

Gli acconti d’imposta
In termini di peso specifico, l’appuntamento principale sarà rappresentato dagli acconti d’imposta del 30 novembre, giorno in cui si contano ben 74 scadenze di versamento. Andranno in scena l’autotassazione Irpef, Ires, Irap ma anche i pagamenti relativi alla cedolare secca sugli affitti. Anche quest’anno le (continue) modifiche normative sulla determinazione di imponibili e imposte potranno pesare sul ricalcolo e quindi indurre i contribuenti interessati a vagliare l’ipotesi del metodo previsionale per ridurre l’importo dovuto, facendo molta attenzione alle modalità di conteggio per non incappare in conseguenze sanzionatorie in futuro.

Riammissione alla rottamazione entro il 7 dicembre

Il 30 novembre non sarà, invece, anche la data (ultima) entro cui chi ha scelto di rateizzare la rottamazione potrà recuperare le rate non versate e versare l’eventuale terza rate del piano. La conversione del decreto fiscale (ora all’esame della Cmaera) ha previsto lo slittamento al 7 dicembre.

Le scadenze fiscali di novembre La suddivisione per adempimento…
Loading...

…e per tipologia di contribuente

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti