L’offerta formativa 2022/23

Università, ecco i nuovi corsi del 2022: vincono ambiente, digitale e data science

Con 71 nuove lauree triennali, 102 magistrali e 15 professionalizzanti che hanno avuto il primo ok il totale degli insegnamenti arriva a sfiorare quota 5mila

di Eugenio Bruno

“Università americane regine dei mercati: nel 2021 performance fino al 50%”

4' di lettura

Chissà se continuare ad aumentare (e innovare) l’offerta formativa riuscirà a far crescere anche la domanda di immatricolazioni. È l’interrogativo che sorge spulciando i 188 nuovi corsi di laurea, che nei giorni scorsi sono stati approvati dal Consiglio universitario nazionale (Cun) e inviati all’Anvur per il via libera definitivo del ministero dell’Università. Una lista variegata e variopinta che conferma l’amore recente degli atenei italiani per i temi più strettamente legati alla transizione ecologica e digitale. Proprio l’ambiente e la sostenibilità sono il settore più gettonato con 30 nuove proposte di attivazione e più o meno altrettante sono le future lauree lato sensu digital. Così da portare l’intero menù a disposizione delle aspiranti matricole intorno ai 5mila corsi complessivi tra triennali, magistrali e a ciclo unico. Se lo sforzo di progettualità e fantasia dei rettori saprà convincere i prossimi diplomati e diplomate a iscriversi in massa all’anno accademico 2022/23, così da farci invertire subito il trend negativo del 2021/22, lo scopriremo solo nei prossimi mesi quando le scelte delle istituzioni universitarie saranno definitive e si apriranno i termini per le iscrizioni.

LA FOTOGRAFIA AGGIORNATA
Loading...

La nuova offerta formativa

Al momento sono 188 i corsi di laurea che hanno ottenuto il semaforo verde del Cun e sono passati al vaglio dell’Anvur e del Mur. Più nel dettaglio, si tratta di 71 lauree triennali, 102 magistrali o a ciclo unico e 15 professionalizzanti. Un numero in linea con gli ultimi due o tre anni accademici quando la nuova offerta formativa si è sempre assestata intorno alle 200 unità. Sostanzialmente identica, rispetto a 12 mesi fa, è anche la ripartizione in base alla modalità di erogazione. Nonostante un altro anno di didattica mista in presenza/a distanza, nelle proposte di nuova attivazione, continua a prevalere quasi ovunque (con 164 casi) una modalità di erogazione «convenzionale», cioè interamente in aula o al massimo un 10% di attività didattiche per via telematica. In altre 21 fattispecie gli atenei hanno scelto invece una somministrazione «mista» (dove la quota da remoto non può superare i due terzi). Chiudono il conto le 3 nuove lauree integralmente a distanza. Ma è un gruppo che a breve potrebbe anche crescere visto che il termine ultimo per la pronuncia del Cun per i corsi da remoto è slittato all’11 marzo.

Loading...

I settori più gettonati

Passando dal generale al particolare il primo elemento che balza agli occhi è il proliferare delle proposte legate alla transizione ecologica e digitale. Come un anno fa, più di un anno fa. Se all’inizio del 2021/22 l’accoppiata green/digital poteva contare su 47 nuovi corsi di laurea (su cui si veda Il Sole 24Ore del 19 aprile scorso) quest’anno lo stesso tandem ne vale oltre 60. L’ambiente, la sostenibilità, l’economia circolare caratterizzano 27 richieste di attivazioni, nei campi più disparati. Si va dalle triennali in Economia sostenibile per le sfide sociali, Biologia della salute umana e ambientale o Ingegneria dell’energia elettrica per lo sviluppo sostenibile alle magistrali in Ospitalità per lo sviluppo turistico sostenibile, Economia, finanza e sostenibilità o Sostenibilità trasformativa.

Un peso sostanzialmente analogo interessa i corsi digital se ai 15 su digitale e innovazione aggiungiamo il ritorno di fiamma per l’intelligenza artificiale manifestata da 8 proposte di attivazione (tra cui una che la vede abbinata alla Filosofia) e le 13 in data science e dintorni (tipo Analisi dei dati per l’economia e il management o Ingegneria del calcolo ad alte prestazioni). Proprio la scienza dei dati merita un’attenzione particolare considerando il debutto di una classe di laurea ad hoc. Ebbene, dei 10 corsi contemplati al suo interno 6 sono trasformazioni di proposte esistenti ma quattro sono nuove attivazioni.

In epoca di pandemia imperante si conferma protagonista di primo piano, esattamente come l’anno scorso, l’area medica. Non tanto per le 3 possibili new entry in Medicina e chirurgia (LM-41) quanto per i 15 nuovi corsi nelle 4 classi triennali delle Professioni sanitarie. A proposito di triennali, il maggior numero di richieste (7) riguarda Ingegneria dell’informazione (L-8), inclusa Ingegneria dell’informazione per videogame e realtà virtuale, e sei in Scienze dell’economia e della gestione aziendale (L-18). Laddove, tra le magistrali, a parte Data science citata poc’anzi spiccano le sei lauree in Scienze economico aziendali (Lm 77) e le quattro lauree in Progettazione e gestione dei sistemi turistici (Lm 49).

La riscossa delle professionalizzanti

Un pensiero infine lo meritano, da un lato, il successo delle lauree professionalizzanti, visto che delle 15 attivazioni ben 11 sono nuovi corsi e (spesso con un occhio all’ambiente e al digitale) e quattro invece le risistemazioni. E, dall’altro, l’appeal ritrovato dell’insegnamento a tutto tondo. Sia per le due nuove richieste nella classica Scienze della formazione primaria, sia per le due nuove proposte messe in campo in Metodologie e innovazione didattica per le Biogeoscienze e per la chimica oppure in Psicologia scolastica. Chissà che anche in questo caso non si possa parlare di un effetto indiretto legato al Covid-19.

Scuola, tutti gli approfondimenti

La newsletter di Scuola+

Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox. Ecco come abbonarsi

Le guide e i data base

Come scegliere l’Università e i master? Ecco le guide a disposizione degli abbonati a Scuola+ o a 24+. Qui la guida all’università con le lauree del futuro e il database con tutti i corsi di laura

Lo speciale ITS

Il viaggio del Sole 24 Ore negli Its per scoprire come intrecciare al meglio la formazione con le opportunità di lavoro nei distretti produttivi delle eccellenze del made in Italy. Tutti i servizi

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati