Emergenza Coronavirus

Covid Pasqua 2021: dagli spostamenti alle seconde case, cosa si può fare

Il 27 marzo scade il divieto di spostamento tra le regioni ma la misura resterà in vigore di fatto fino al 6 aprile

di Andrea Gagliardi

Coronavirus, i vaccinati al 23 marzo 2021

I punti chiave

3' di lettura

Quali spostamenti saranno consentiti di qui a Pasqua in un’Italia che, per la stretta anti-Covid decisa dal governo, fino al 6 aprile sarà rossa con qualche macchia arancione? Prima di tutto non ci si potrà spostare da una regione a un’altra. Il decreto 23 febbraio n.15 che vieta gli spostamenti fra regioni (salvo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o di salute), scade il 27 marzo. Ma la misura resterà in vigore di fatto, senza neppure la necessità di una proroga. E questo perché fino al 6 aprile sono abolite le zone gialle. E dopo che la Sardegna ha perso la fascia bianca, tutte le regioni sono arancioni o rosse, colori che impediscono comunque gli spostamenti in uscita dal Comune di residenza.

Sia Dpcm del 2 marzo che il decreto legge del 12 marzo scadono il 6 aprile. Bisognerà aspettare i nuovi provvedimenti per capire se il divieto di spostamento tra regioni (indipendentemente dai colori) sull'intero territorio nazionale sarà confermato o no dopo Pasqua. O se tra regioni gialle e bianche sarà ripristinata la possibilità di movimento.

Loading...

Le regole per le visite a parenti o amici

Quanto alle visite a parenti o amici, nelle regioni in fascia rossa le visite non sono consentite. Con l’eccezione di Pasqua. Da sabato 3 a lunedì 5 aprile, infatti, periodo in cui l'Italia sarà per legge tutta in rosso, sarà permesso dalle 5 del mattino alle 22 della sera raggiungere nell'ambito della propria regione una sola abitazione di parenti o amici, una sola volta al giorno, massimo in due e accompagnati da figli minori di 14 anni. Resta in vigore, anche in zona rossa, la possibilità di raggiungere, da soli, persone non autosufficienti che necessitino di aiuto o assistenza, che non abbiano altre persone che possano occuparsene. Nelle zone arancioni, invece, fino al 2 aprile, e nella giornata del 6 aprile, le visite sono consentite, all'interno del proprio comune. Anche in questo caso lo spostamento è permesso a due persone, una volta al giorno, verso una sola abitazione privata, fra le 5 e le 22. È possibile essere accompagnati da figli minori di 14 anni e dalle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Ok non ovunque agli spostamenti nelle seconde case

Lo spostamento nelle seconde case, in base alle faq del governo, è sempre consentito, anche a Pasqua, sia in fascia arancione che rossa. Ma con alcuni paletti. Si può spostare solo il nucleo familiare convivente, senza l'aggiunta di parenti o amici. Inoltre la seconda casa non deve essere abitata da altre persone. La regola, inoltre, non vale per le case in affitto breve. È infatti necessario provare che la casa è di proprietà o in affitto a lungo termine, con contratto stipulato prima del 14 gennaio 2021.

Ci sono regioni però che hanno optato per una stretta. La Valle d'Aosta e la Sardegna hanno ordinato lo stop agli ingressi verso le seconde case ai non residenti «fatti salvi i casi di comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute». La Provincia di Bolzano ha deciso di “chiudere” fino a Pasqua le seconde case, limitatamente ai proprietari residenti nelle regioni in zona rossa. In Campania, invece, sono stati vietati gli spostamenti dal Comune di residenza, domicilio o dimora abituale verso le seconde case in ambito regionale, salvo che per comprovati motivi di necessità o urgenza e comunque per il tempo strettamente indispensabili.

Passeggiate e sport all’aperto consentiti, chiusi i musei

Nelle zone rosse (anche a Pasqua) è consentito svolgere attività motoria individuale nei pressi della propria abitazione, rispettando il distanziamento di un metro e indossando la mascherina. È permesso svolgere attività sportiva solo all'aperto e in forma individuale. Sono sospese le attività di palestra e piscina. I parchi restano aperti, a meno che non intervengano ordinanze restrittive regionali o comunali. Chiusi musei e mostre. Così come parrucchieri, centri estetici e barbieri. È possibile partecipare alla messa nella chiesa vicino casa, evitando assembramenti.

Niente pranzo al ristorante

A Pasqua, dal 3 al 5 aprile, quando l'Italia diventerà tutta zona rossa, non sarà possibile pranzare al ristorante, ma sarà consentito l'asporto e la consegna a casa fino alle 22. Resta vietato consumare nei pressi del locale. L'asporto dai bar è invece permesso solo fino alle 18.

Ok ai viaggi all’estero per turismo

Si può viaggiare all'estero per turismo anche partendo da zona rossa. Il ministero dell'Interno conferma che gli spostamenti per raggiungere l'aeroporto sono possibili anche nelle zone soggette a limitazioni.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti