Comics

Dai Fantastici Quattro a Black Panther: quest'estate, metti al polso un supereroe

Grazie a una partnership con Marvel Entertainment, nasce un'edizione limitata dedicata all'iconico e rivoluzionario personaggio dei fumetti

di Paco Guarnaccia

Cover numero 1 della serie Black Panther del 2016. Courtesy MARVEL, PANINI Italia.

3' di lettura

Era il mese di novembre del 1961, quando negli Stati Uniti uscì un fumetto chiamato Fantastic Four. Si trattava del primo albo della casa editrice Marvel, già attiva fin dal 1939 ma con altre denominazioni (il primo fu Timely Publications e in seguito Atlas Comics). Fantastic Four aveva come protagonista una strana famiglia che aveva acquisito dei poteri speciali durante un tentativo di approdo sulla Luna dopo che il proprio razzo era stato investito da dei raggi cosmici. Scritti da Stan Lee e disegnati da Jack Kirby, i Fantastici 4 erano personaggi litigiosi, pensierosi, insicuri delle loro scelte e colorati. In una parola: rivoluzionari. Non si erano mai visti supereroi con questo carattere nei fumetti.

La cover del numero 52 di Fantastic Four del luglio del 1966 nelle cui pagine debuttava il supereroe Courtesy MARVEL, PANINI Italia.

Fu l'inizio di qualcosa di completamente diverso. E di grande successo. Poi arrivarono Spider-Man, gli X-Men, Iron-Man, Thor, gli Avengers e, proprio sulle pagine del numero 52 di Fantastic Four del luglio del 1966 debuttava un personaggio ancora più rivoluzionario: Black Panther. Sotto la maschera che richiama una pantera nera ecco T'Challa, il re e protettore di Wakanda, uno Stato immaginario dell'Africa subsahariana evolutissimo a livello tecnologico grazie ai giacimenti di un metallo (anche questo immaginario) chiamato vibranio, indistruttibile e in grado di assorbire energia. In anni comunque difficili, la comunità nera poteva finalmente avere un supereroe in cui identificarsi. Il suo impatto fu enorme nella cultura pop, tanto da essere il primo di una serie e uno dei protagonisti principali dell'universo cinematografico Marvel, con una saga composta da film e serie tv che, da oltre un decennio, è l'archetipo dei blockbuster. Black Panther è apparso in quattro pellicole, incluso uno stand-alone del 2018 che ha incassato oltre 1 miliardo di dollari nel mondo (il 12 ° nella storia del cinema). A interpretarlo è stato il compianto Chadwick Boseman (scomparso nel 2020) che ha reso il personaggio una figura ancora più iconica che continuerà sicuramente la sua strada anche grazie al lavoro dell'attore americano.

Loading...

Il Royal Oak Concept “Black Panther” Flying Tourbillon ha cassa in titanio, lunetta e corona in ceramica nera. Al centro del quadrante la micro-scultura in oro del personaggio Marvel. 250 esemplari. Prezzo su richiesta.

Black Panther è ora un simbolo talmente (e ancora più) grande che Audemars Piguet ha deciso di cominciare proprio con lui la sua collaborazione a lungo termine con Marvel Entertainment lanciando lo scorso aprile il Royal Oak Concept “Black Panther” Flying Tourbillon in edizione limitata a 250 pezzi. Per realizzare la cassa il brand si è ispirato al vibranio: la cassa in titanio di 42 mm di diametro è stata rifinita a mano per richiamare il costume del supereroe, mentre una guarnizione di colore viola la separa dalla lunetta ottagonale (con otto viti a vista in acciaio satinato) che, come la corona, è in ceramica nera. L'avventura di Black Panther sull'orologio non finisce qui. Anzi, emerge in modo dirompente dal quadrante in cui l'immagine dell'eroe è riprodotta un una micro scultura tridimensionale in oro bianco. Tranne per quanto riguarda la texture del costume, per la quale è stato necessario utilizzare il laser, il resto è stato realizzato a mano da un solo maestro incisore e poi dipinto da un singolo decoratore per pezzo: un lavoro che nel suo insieme ha richiesto circa 30 ore e che ha coinvolto otto artigiani in totale per tutte le 250 figure.

Insieme al Re T'Challa che sembra quasi uscire dal quadrante, ecco che sullo sfondo i ponti in titanio elaborati con PVD nero e grigio offrono particolari più evidenti del costume del supereroe, mentre a ore 6 appare il tourbillon volante del Calibro 2965 a carica manuale (visibile in alcune parti attraverso il fondello trasparente in vetro zaffiro) e, a ore 10, il bariletto scheletrato.

Completa il quadrante il réhaut in viola, lo stesso colore del cinturino in caucciù. Con questo primo Royal Oak Concept “Black Panther” Flying Tourbillon per la maison svizzera non debutta solo una collaborazione, ma si apre un nuovo e vasto universo di spettacolari avventure orologiere.

Riproduzione riservata ©

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti