Le ordinanze

Mascherine all’aperto: ecco dove torna l’obbligo

In attesa delle decisioni del governo Regioni ed enti locali in ordine sparso si stanno portando avanti con misure anti-Covid ad hoc

Aggiornato il 20 dicembre alle 20:43

Coronavirus e festività, ecco le nuove restrizioni allo studio per Capodanno

4' di lettura

Potrebbero arrivare già giovedì, dopo la cabina di regia convocata dal premier Mario Draghi, alcune nuove misure per contenere la risalita dei contagi. Lo si apprende da fonti di governo. Giovedì è prevista anche una riunione del Consiglio dei ministri.

Sul tavolo una serie di misure dai tamponi per la partecipazione ad eventi pubblici alle mascherine all’aperto, fino all’accorciamento della durata del certificato verde. La discussione è in corso e prevede anche la possibilità che passi l’ipotesi di estendere l’obbligo del Green pass rinforzato anche ad altri ambienti lavorativi, come già avviene per sanitari, forze dell’ordine e insegnanti. Regioni ed enti locali in ordine sparso si sono portati avanti, adottando misure di maggiore cautela. Di seguito alcune di quelle registrate negli ultimi giorni.

Loading...

In Campania vietate feste in locali al chiuso

Un incremento dei contagi da Covid-19 «anche di 7 volte» è stato registrato in Campania tra il 29 novembre e il 13 dicembre. Il dato è riportato nel testo dell’ordinanza firmata ieri dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca con la quale si dispone, con decorrenza immediata e fino al 1° gennaio 2022, il divieto di svolgimento di feste ed eventi simili in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, con la possibilità di svolgere pranzi o cene, nel rispetto dei protocolli vigenti, e altri eventi «esclusivamente in forma statica, con posti seduti e preassegnati e con obbligo di indossare la mascherina per tutta la durata dell’evento». A preoccupa sono i contagi soprattutto nelle fasce d’età giovanili, con punte di incidenza particolarmente elevate (178,4 per la fascia d’età 40-49 anni; 185,3 per la fascia d’età 20-29 anni; 210 per la fascia d’età 30-39 anni; 346 per la fascia d’età 11-13 anni; 394,7 per la fascia 6-10 anni).

Nel Lazio mascherine all’aperto almeno per un mese

«Se c’è una cosa che ha caratterizzato il Lazio in questo periodo è anticipare il virus per limitarne i danni, anticipare lo sviluppo del contagio», ha segnalato il governatore del Lazio Nicola Zingaretti. «Ho firmato l’ordinanza che prevede l’obbligo di mascherine all’aperto nella regione Lazio - ha detto il 20 dicembre Zingaretti -. Si tratta di una misura precauzionale ma essenziale per la salvaguardia della nostra salute e quella dei nostri cari in un momento come questo. Anche questa volta stiamo tenendo alta la guardia e come in passato stiamo anticipando il virus”. . Esenti dall’obbligo i bambini sotto i sei anni, i portatori di patologie incompatibili con l’uso della mascherina e chi pratica attività motorie e/o sportive.

Misure anti-assembramenti a Napoli per le feste

un’ordinanza sindacale Il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi ha firmato con la quale si individuano aree, piazze e vie della città, dal centro storico ai baretti di Chiaia fino ai Quartieri Spagnoli, interessate da situazioni di potenziale particolare assembramento nel periodo delle festività natalizie. A decorrere dal 23 dicembre 2021 e fino al 1 gennaio 2022, «laddove l’autorità di pubblica sicurezza ravvisi in dette strade il verificarsi di assembramenti in contrasto con le misure di prevenzione della diffusione del contagio da Covid-19 - si legge nell’ordinanza -, l'interdizione delle stesse per il tempo strettamente necessario a ripristinare le condizioni di sicurezza, fatta sempre salva la possibilità di accesso e deflusso alle abitazioni private». Viene poi «raccomandato a tutti i cittadini di osservare comportamenti responsabili, ispirati al principio della massima cautela e prudenza, osservando il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e dell’uso della mascherina».

A Firenze sensi unici pedonali nel weekend

A Firenze sono partiti i weekend con i sensi unici pedonali nelle aree di maggior afflusso per lo shopping. Oltre all’obbligo di mascherina all’aperto in alcune aree della città considerate più a rischio assembramenti, nei giorni 18, 19 e 24 dicembre (dalle 14 alle 20) è stato previsto il transito pedonale a senso unico in via dei Calzaiuoli (tratto fra via de’ Tosinghi e Porta Rossa) e via Calimala (tratto porta Rossa-piazza della Repubblica). Area pedonale anche in via Gioberti ma solo per il 19 e 24 dicembre (incluso la mattina, quindi dalle 10 alle 20). E vengono rafforzati i controlli: gli agenti della polizia municipale saranno affiancati anche dai volontari della protezione civile. Le violazioni sono punite con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 400 a 1.000 euro.

Taranto, dispositivi di protezione nelle vie del centro

Dal 20 dicembre al 9 gennaio è stato stabilito dal commissario prefettizio l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto nelle principali vie del borgo, del centro storico e di altre zone commerciali «anche in assenza di situazioni di assembramento e prescindendo da ogni riferimento alla distanza interpersonale». Nell’ordinanza, fa rilevare che in occasione delle imminenti festività natalizie si registrerà un intenso afflusso di persone con conseguenti difficoltà a garantire il distanziamento interpersonale nelle strade del centro e negli abituali luoghi di ritrovo.

Fiumicino ferma i mercatini natalizi

Dopo l'ulteriore ascesa dei contagi al Covid sono arrivate nuove restrizioni sul territorio comunale di Fiumicino. Fino alle 24 del 9 gennaio 2022 ci sarà l’obbligo di mascherine all’aperto in tutto il territorio comunale e sono sospese tutte le manifestazioni pubbliche, come mercati rionali, mercatini natalizi, esposizioni e sagre. In precedenza l’obbligo di mascherine all’aperto, deciso dal primo cittadino lo scorso 28 novembre, era limitato alle aree più frequentate, alle vie principali del territorio, vicino le scuole.

Trentino Alto Adige, San Silvestro senza eventi di massa

Oltre alla Campania non si avrà alcun evento o concerto per il Capodanno in piazza a Milano. Da Trento a Rovereto, da Pinzolo a Madonna di Campiglio anche in Trentino Alto Adige non saranno previsti concerti e feste di massa in piazza per la notte di San Silvestro per decisione dei sindaci.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti