musica digitale

Dai Kings of Leon arriva il primo album disponibile anche via criptovaluta

Una versione deluxe può essere acquistata tramite non fungible token (Nft). C’è anche un token golden per accedere ai concerti in prima fila

di Pierangelo Soldavini

default onloading pic

2' di lettura

I Kings of Leon escono oggi in tutto il mondo con When You See Yourself, il loro ottavo album di inediti, che è anche il primo in assoluto mai pubblicato via criptovaluta, attraverso uno strumento innnovativo che è il non fungible token (Nft). Di fatto si tratta di una valuta su blockchain, del tutto simile al bitcoin, che al posto di avere un valore monetario ha contenuti esclusivi e che negli ultimi mesi è molto in voga in campo artistico.

Intendiamoci: i fan della band dei fratelli Followill potrannno scaricarsi la musica in streaming sulle piattaforme tradizionali o acquistare il cd o il vinile negli store ufficiali. Ma possono anche prenotare il “Nft Yourself”, un token in cui la musica del nuovo album viene presentato in forma visuale attraverso video e immagini che destrutturano e ricostruiscono la canzoni in un percorso artistico originale elaborato dal partner creativo Night After Night.

Loading...

Dal punto di vista tecnologico il token è stato realizzato in collaborazione con YellowHeart, piattaforma di vendita di biglietti che si candida come pioniere nei marketplace di Nft per permettere agli artisti di vendere contenuti premium da collezionisti ai loro fan.

L’edizione standard di Nft Yourself sarà in vendita solo per due settimane a partire dal 5 marzo e comprende 25 pezzi originali a partire da una versione da 50 dollari che comprende anche un vinile in edizione limitata. Tutti i proventi saranno a beneficio del Crew Nation Fund di Live Nation.

I fan più sfegatati avranno inoltre la possibilità di partecipare a un’asta per sei biglietti “golden” per garantirsi a vita quattro biglietti per assistere in prima fila ai concerti dei Kings of Leon, in qualsiasi posto a loro scelta, con tanto di incontro con la band prima dell’esizibizione.

Altri dodici biglietti “golden” saranno svelati a partire da oggi, con contenuti speciali e saranno in vendita fino a domenica a prezzi che potranno arrivare a 2.500 dollari. Tutti i token saranno poi trattati sulla piattaforma di YellowHeart con quotazioni determinate dal mercato.

«La nostra mission è quella di creare una relazione simbiotica tra gli artisti e i loro fan permettendo di vendere direttamente musica e biglietti - spiega Josh Katz, Ceo e founder di YellowHeart -: attraverso la nostra tecnologia Nft e gli smart contract stiamo rivoluzionando il modo in cui i fan interagiscono con gli artisti».

Nei fatti Nft Yourself rappresenta una sorta di versione deluxe dell’album, mentre i token “golden” permettono di garantirsi privilegi particolari, garantendo la possibilità di venderli e acquistarli.

Ma attorno agli Nft sta aumentando l’hype: proprio questa settimana la cantante Grimes ha venduto token di arte digitale per un totale di sei milioni di dollari. Mentre presso Christie’s è in corso l’asta per Everydays: The First 5000 Days, opera digitale realizzata tredici anni fa da Beeple, al secolo Mike Winkelmann, con offerte che hanno raggiunto i tre miliardi di dollari. L’opera è acquistabile tramite Nft, utilizzato per provare in maniera immutabile i diritti di proprietà.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti