ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùStorie d’impresa

Dai micromosaici all’arredamento e ai gioielli, piano di Sicis per triplicare i ricavi

Il direttore generale Marcello Tassinari racconta le strategie a medio e lungo termine dell’azienda di Ravenna fondata da Leo Placuzzi nel 1988

di Giulia Crivelli

3' di lettura

La sede di Sicis è a Ravenna , patrimonio Unesco dell’umanità perché «città dei mosaici», soprattutto bizantini, e l’Emilia-Romagna è famosa anche per il distretto delle piastrelle di Sassuolo. Ma l’azienda fondata nel 1988 da Leo Placuzzi, oggi presidente, non assomiglia ad alcuna altra realtà del settore. Crea e produce (micro)piastrelle e in poco più di trent’anni ha diversificato nell’arredo-design, nel tessile per la casa e nei gioielli (nella foto in alto, l’entrata dell’azienda alle porte di Ravenna).

Dalla moda alle piastrelle: i piani di Marcello Tassinari

I micromosaici sono il fil rouge, ogni divisione applica però l’antichissima arte che ha reso famosa Ravenna in modo diverso, come spiega Marcello Tassinari, da pochi mesi direttore generale dell’azienda, dopo una carriera nella moda: prima di scoprire «il mondo quasi magico di Sicis» (così lo definisce) era amministratore delegato del gruppo Aeffe, società quotata alla borsa di Milano con un fatturato 2021 di 325 milioni. «Sicis è una realtà più piccola, il giro d’affari dello scorso anno è arrivato a 40 milioni, ma il piano studiato con Leo Placuzzi (nella foto qui sotto insieme al nuovo dg) è ambizioso – spiega Tassinari –. Vorremmo triplicare il fatturato nei prossimi tre-cinque anni. Lo ritengo possibile perché Sicis ha un’offerta unica in tutte le sue divisioni, praticamente impossibile da copiare, come dimostra la percentuale di export, arrivata all’85%».

Loading...

L’importanza della formazione

Nell’interpretazione contemporanea della nobile arte del mosaico, Sicis è leader in Italia e all’estero e unisce tecniche artigianali antichissime a gusto e stile adatti alle abitudini di vita e alle esigenze di oggi. «Ci vogliono anni per formare un maestro mosaicista e il passaggio di know how interno è importantissimo, a maggior ragione con i piani di sviluppo che abbiamo – sottolinea Tassinari –. Ma la visione di Leo Placuzzi è andata oltre: quando è nata la divisione arredo, ad esempio, sono stati coinvolti architetti e designer e anno dopo anno l’offerta si è ampliata e il contract è sempre più importante.

I successi al Salone del mobile di Milano

All’ultimo Salone del mobile, in una settimana sono arrivate, accanto a ordini più piccoli, tre commesse del valore complessivo di 13 milioni». Affascinante è sicuramente la divisione Sicis Jewels, fortemente voluta dal fondatore perché legata alla sua passione di collezionista di micromosaici. «Il negozio di via Spiga, nel quadrilatero della moda di Milano, all’angolo con via Sant’Andrea, dove ci sono, tra gli altri, Chanel e Miu Miu, è una vetrina globale incredibile – conclude Tassinari –. Ai gioielli si sono aggiunti nel tempo anche orologi, con una forte ispirazione al mondo della natura. Non vogliamo perdere la dimensione artigianale, quindi saranno sempre collezioni di nicchia. Una nicchia, però, dove di fatto c’è solo Sicis e che quindi ha enormi potenzialità, soprattutto all’estero».

Dalle case private agli hotel

Negli anni la divisione Sicis Interiors ha realizzato proposte e soluzioni per progetti completi: mosaici, superfici in Vetrite, arredi destinati ai più importanti hotel internazionali, residenze private (foto in alto), opere pubbliche e monumentali.

Dieci anni di gioielli

La prima collezione Sicis Jewels e Sicis O'Clock contava oltre 330 orologi e gioielli, tutti prodotti in edizione limitata dalle mani esperte dei maestri orafi di Sicis a Ravenna. Era il risultato di tre anni di ricerca e fu presentata in anteprima a Baselworld nel mese di marzo 2012 e alla fiera Couture di Las Vegas nel giugno dello stesso anno. Il tema ispiratore era la natura con farfalle, motivi floreali e animalier che caratterizzano questa collezione composta da anelli, collane, ciondoli, bracciali, orecchini, spille, gemelli e cronografi. Per la gioia degli occhi, i gioielli e gli orologi Sicis fondono il mosaico a oro e diamanti realizzando delle parure veramente uniche. In quell’occasione Leo Placuzzi disse: «Il mosaico è una materia prima preziosissima che un domani potrebbe diventare il terzo oggetto del desiderio per le donne, dopo oro e diamanti».

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti