Il caso Impronta Tessile

Dai tessuti «scartati» dalla moda nascono i cappotti per i cani

Fatti a mano a Sirone

di Giulia Crivelli

Novità per la pioggia.

3' di lettura

La pandemia ha sconvolto la vita di tutti, persone, aziende, Paesi interi. Quasi sempre in senso negativo, perché dall’emergenza sanitaria è nata un’emergenza economica e sociale. Tra i settori che non solo hanno resistito, bensì sono cresciuti nel 2020 e nei primi mesi del 2021 hanno confermato la tendenza positiva, c’è la cosiddetta pet economy, un mercato che cresce a doppia cifra in tutto il mondo, Italia compresa. Anzi, il nostro è tra i Paesi più amici degli animali domestici, con un rapporto 1 a 1 tra cittadini e pet.

Secondo il Rapporto Coop 2020, che ha analizzato le nuove abitudini diffuse durante la pandemia, 3,5 milioni di italiani avrebbero preso con sé un nuovo animale da compagnia durante o dopo il primo lockdown, quello della primavera 2020, e altri 4,3 milioni starebbero pensando di farlo a breve. Un altro Rapporto, quello di Eurispes, ha evidenziato che attualmente circa il 40% delle famiglie italiane vive con animali da compagnia: la maggior parte sono cani e gatti, seguono uccelli, pesci e tartarughe e altri ancora, come conigli, piccoli roditori e rettili. Rispetto al 2019, quando il 33,6% degli italiani aveva un animale domestico, c’è stato un aumento del 5,9%. Più nel dettaglio, stando ai dati del Rapporto Assalco Zoomark 2020, sono 7 milioni i cani presenti nelle famiglie, 7,3 i gatti, 12,9 gli uccelli, 1,8 i piccoli mammiferi, 1,4 i rettili e 29,9 milioni i pesci.

Loading...

L’azienda Impronta Tessile di Sirone (Lecco) ha scelto di concentrarsi sui pet che hanno più bisogno di abbigliamento e accessori, i cani. Nata nel 2020 come “costola” della Impresa Tessile, specializzata nella lavorazione di tessuti tecnici per capi spalla per le creature a due zampe, noi esseri umani, l’azienda si fonda su due concetti. Il primo è garantire ai cani, specie quelli di taglia media, piccola e toy, le stesse performance delle collezioni di outerwear tecnico e da città destinate alle persone

Impronta Tessile crea e produce piumini, gilet, cappottini e impermeabili, tutti rigorosamente realizzati a mano in Italia e che si rinnovano ad ogni stagione, con due uscite annuali, autunno-inverno e primavera-estate. Il secondo concetto è la sostenibilità: i tessuti delle collezioni Impronta Tessile sono rigorosamente cruelty free e la produzione è zero waste, perché sfrutta i left over dei tessuti delle collezioni destinate ai clienti del settore moda di Impresa Tessile. Per i capi imbottiti della linea Hug, viene usata l’ovatta black series 60 grammi, prodotta dal recupero di bottiglie di plastica da Primaloft, leader mondiale nello sviluppo di ovatte e tessuti ad alte prestazioni ecosostenibili.

La crescita della pet economy e del desiderio non solo di avere animali da compagnia, ma anche e soprattutto di curarli al meglio, è confermata dai piani di sviluppo di Ca’ Zampa, primo gruppo italiano di centri per il benessere dei pet. Fondato da Giovanna Passera nel 2018, è presente in Lombardia con tre centri (Milano Portello, Cremona e Brugherio) e per il 2021 ne aprirà altri sei, uno dei quali nel cuore di Milano, per un totale di 76 nuove assunzioni (veterinari, educatori e toelettatori). L’obiettivo a medio termine è ancora più ambizioso: arrivare a circa 40 centri Ca’ Zampa entro il 2024 nel Nord e Centro Italia.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti