dichiarazioni dei redditi

Dai trasporti al bonus giardini: la guida alle detrazioni fiscali

di Lorenzo Pegorin


default onloading pic

3' di lettura

È stata pubblicata nella tarda serata di ieri la circolare guida alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa all’anno di imposta 2018.

Si tratta della circolare 13/E/2019, l’atteso documento di prassi diffuso con ritardo rispetto a quanto registrato negli anni precedenti, se si pensa che l’anno scorso la stessa circolare esplicativa portava la data del 27 aprile e l’anno prima ancora del 4 aprile.Il tutto alla luce del fatto che molti Caf, ad oggi, hanno già lavorato una buona parte delle dichiarazioni prese in carico, così come molti contribuenti hanno già inviato online il proprio 730.

La circolare contiene importanti chiarimenti, specie in ordine alle novità riguardanti le detrazioni/deduzioni fiscali introdotte a partire dal 2018. Per quanto riguarda, ad esempio, i premi relativi ad eventi calamitosi, il documento di prassi, ricordando come le polizze detraibili sono solo quelle stipulate a decorrere dal 1° gennaio 2018, puntualizza che rientrano in detrazione anche quelle di rinnovo del contratto preesistente (avvenuto a decorrere dal 1° gennaio 2018), in quanto assimilabili alla stipula di un nuovo contratto.

La guida dell'Agenzia delle Entrate alle detrazioni

Visualizza

Inoltre, viene chiarito che sono detraibili anche le polizze multirischio, limitatamente alle componenti di premio relative alle garanzie a copertura degli eventi calamitosi. Sul punto, in alcuni casi la precompilata ha indicato fra gli oneri detraibili anche polizze stipulate prima del 1° gennaio 2018. Si consiglia pertanto di verificare con attenzione la data di stipula per non incorrere in errore.

Per quanto riguarda, invece, la detrazione delle spese sostenute in favore dei soggetti con disturbo specifico dell’apprendimento, la circolare chiarisce che il beneficiario della detrazione deve essere in possesso di un certificato rilasciato dal Servizio sanitario nazionale, da specialisti o strutture accreditate, ai sensi dell’articolo 3, comma 1 della legge 170 dell’8 ottobre 2010, recante «Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico», che attesti la diagnosi di Dsa.

Le entrate specificano, inoltre, che se su tale certificazione non sono specificati i sussidi e gli strumenti compensativi da utilizzare, il collegamento funzionale deve essere attestato da un’ulteriore prescrizione autorizzativa rilasciata da un medico.

Per le spese sostenute per l’acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale (Rigo E8/E10, cod. 40) viene puntualizzato che, in applicazione del principio di cassa, la detrazione va calcolata sulla spesa sostenuta nel 2018 per l’acquisto dell’abbonamento, indipendentemente dal periodo di validità dello stesso (ad esempio, abbonamento acquistato nel mese di dicembre 2018 con validità dal 1° gennaio 2019 – 30 giugno 2019).

Per quanto attiene invece il cosiddetto «bonus verde», la circolare specifica che la detrazione del 36% fino al limite massimo di 5mila euro per immobile, spetta anche per i familiari conviventi (con le stesse regole quindi per le altre agevolazioni 50% e 65%). Inoltre, viene chiarito che la detrazione non si applica per i lavori in economia. La realizzazione di fioriere e l’allestimento a verde di balconi e terrazzi è agevolabile solo se permanente e sempreché si riferisca ad un intervento innovativo di sistemazione a verde degli immobili residenziali.

In relazione agli interventi di recupero del patrimonio edilizio che comportano risparmio energetico, per i quali dal 1° gennaio 2018 debbono essere trasmessi all’Enea i dati relativi a detti interventi, la circolare conferma la linea interpretativa di cui alla risoluzione n. 46/E/2019, secondo cui è stato chiarito, conformemente anche all’avviso espresso dal ministero dello Sviluppo economico, che in assenza di una specifica previsione normativa la mancata o tardiva trasmissione delle informazioni (allo stesso sito dell’Enea) non comporta la perdita del diritto alla detrazione fiscale.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti