mobilità

Dai treni per i pendolari agli autobus, come saranno potenziati i trasporti per l’autunno

Trenitalia ha incrementato le corse regionali in circolazione su tutto il territorio nazionale, circa 6.800 al giorno. Da oggi anche più autobus nelle città

Milano riparte: lavoro, immobili, trasporti

Trenitalia ha incrementato le corse regionali in circolazione su tutto il territorio nazionale, circa 6.800 al giorno. Da oggi anche più autobus nelle città


2' di lettura

Non solo la possibilità di riempire i mezzi fino all’80%, ma anche treni e autobus aggiuntivi e stanziamenti di risorse per rafforzare il sistema. La macchina dei trasporti si prepara così ad affrontare la sfida autunnale della riapertura delle scuole, che rimetterà in circolazione un consistente numero di persone. Innanzitutto aumenta l’offerta di treni pendolari. Trenitalia, d’accordo con le Regioni committenti, affronta il primo giorno di scuola incrementando le corse regionali in circolazione su tutto il territorio nazionale, circa 6.800 al giorno.

Treni che, in linea con le “Linee guida” per il Tpl contenute nell’ultimo Dpcm, saranno riempiti fino all’80% dei posti omologati (tra posti a sedere e posti in piedi), il che significa che di fatto verranno usati tutti i posti a sedere e una parte di quelli in piedi. Le corse dei treni regionali di Trenitalia si erano ridotte durante il lockdown fino a 2mila al giorno, per poi gradualmente risalire a 3.800 con la fase 2 da inizio maggio, e 6.050 da metà giugno.

Più autobus nelle città

Da oggi anche più autobus nelle città. La Regione Toscana ha «assicurato che sono state erogate risorse aggiuntive» alle aziende per mettere a disposizione, nelle fasce di punta, 233 bus di linea aggiuntivi, ripartiti per tutte le province. Una mossa che segue quelle annunciate nei giorni scorsi da altre Regioni. Il Veneto ha stanziato 8 milioni per far fronte alle prime spese per rafforzare i sistemi di trasporti, rivolgendosi anche al settore privato. A Torino linee potenziate, più autisti e più corse, servizi aggiuntivi specifici anche con autobus granturismo, per un totale di 786 mezzi in superficie e 24 treni della metropolitana che opererà al massimo delle potenzialità. Nuovi autobus anche a Roma, come promesso a fine agosto dalla sindaca Raggi che ha annunciato l’arrivo dei primi nuovi bus dei 328 acquistati per potenziare e rinnovare la flotta Atac, anche in vista della riapertura delle scuole. Le nuove linee guida per il trasporto pubblico locale prevedono, oltre al riempimento all’80% dei mezzi, anche l’obbligo di indossare mascherine chirurgiche (mentre finora potevano essere anche di stoffa), che vale anche per i bambini sopra i 6 anni sugli scuolabus (per i quali si può superare l’80% della capienza, solo se il percorso sarà inferiore ai 15 minuti).

Nei treni a lunga percorrenza riempimento al 50%

Dopo il banco di prova del Tpl, il prossimo step saranno i treni a lunga percorrenza, dove resta il riempimento al 50%. Italo e Trenitalia hanno già mandato una serie di proposte, ha detto nei giorni scorsi De Micheli, spiegando che si sta condividendo questo materiale con il ministero della Sanità e col comitato tecnico scientifico per vedere se anche qui «si può aumentare il riempimento»

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti