Pechino è vicina

Daimler, gli azionisti cinesi adesso hanno un quinto della società

Di Geely si sapeva. L’operazione di spin-off di Daimler Truck ha messo a nudo una partecipazione del partner Baic del 9,98% che risaliva al 2019

di Redazione Finanza

Reuters

1' di lettura

Quasi un quinto delle azioni Daimler sono in mani cinesi. Il partner della casa automobilistica tedesca Daimler, Baic, ha confermato che ora possiede quasi il 10 per cento della società di Stoccarda ed è primo azionista. Baic ha annunciato infatti di possedere una quota del 9,98 per cento di Daimler dal 2019. In precedenza, si sapeva solo che il produttore cinese possedeva il 5 per cento. Le informazioni sono emerse in seguito allo spin-off della divisione Daimler Truck, quotata dal 10 dicembre, in cui Baic ha anche una partecipazione. Il presidente della casa automobilistica cinese rivale Geely, Li Shufu, possiede dal 2018 il 9,7 per cento della Daimler (ma adesso passa in seconda posizione).

Questo significa che una delle principali case automobilistiche tedesche, quotata al Dax, è per quasi il 20 per cento in mani cinesi. L’amministratore delegato della Daimler, Ola Källenius, ha mostrato soddisfazione: «La partecipazione di Baic in Daimler riflette l’impegno per la nostra alleanza comune di successo nella produzione e nello sviluppo nel più grande mercato di autovetture del mondo», ovvero il mercato cinese, dove Daimler e Baic sono stabilmente partner. Baic ha dichiarato in un accordo di non salire ancora nella sua partecipazione in Daimler. Quanto alla casa automobilistica di Stoccarda ha una partecipazione del 9,55% in Baic Motor.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti