CAR SHARING & DINTORNI

Daimler e Bmw insieme per la mobilità condivisa

di Simonluca Pini

(Daimler AG)

2' di lettura

Il Gruppo Bmw e Daimler AG stanno unendo le proprie forze per offrire ai clienti un'unica fonte per servizi di mobilità urbana sostenibile. Le due società hanno firmato oggi un accordo per unire le loro unità di business dei servizi di mobilità. In attesa di approvazione da parte delle autorità responsabili della concorrenza, i due costruttori intendono combinare e ampliare strategicamente la propria offerta di mobilità on-demand esistente nelle aree di CarSharing, Ride-Hailing, Parking, Charging e Multimodality. Ciascuna società deterrà una partecipazione del 50% in una joint-venture che comprende i servizi di mobilità di entrambe le società.

Obiettivo di questa operazione è diventare un fornitore leader di servizi di mobilità innovativi. Entrambi i produttori automobilistici puntano a modellare la mobilità del futuro, per il raggiungimento di una mobilità urbana sostenibile.«Il Gruppo Bmw sta dando forma alla mobilità del futuro e si sta muovendo in nuove direzioni per farlo. La nostra strategia Number One>Next ci fornisce una roadmap per un futuro digitale e privo di emissioni», ha dichiarato Harald Krüger, presidente del consiglio di amministrazione di BMW AG. «La combinazione dei nostri servizi di mobilità come pianificato creerà un ecosistema digitale unico. Questa alleanza renderà più facile per i nostri clienti scoprire la mobilità senza emissioni del futuro, restando competitivi quando si tratta di veicoli premium. La fusione pianificata dei nostri servizi di mobilità riunirà le nostre risorse e invierà un forte segnale ai nostri nuovi concorrenti», ha aggiunto Krüger.

Loading...

«Come pionieri nell'ingegneria automobilistica, non lasceremo il compito di plasmare la futura mobilità urbana agli altri. Ci saranno più persone che mai senza un'auto che vorranno comunque muoversi in libertà. Vogliamo unire le nostre esperienze per sviluppare un ecosistema unico e sostenibile per la mobilità urbana», ha affermato Dieter Zetsche, numero uno del marchio di Stoccarda. «Alla Daimler, stiamo perseguendo con determinazione la nostra trasformazione da produttore di automobili a fornitore di servizi di mobilità con la nostra strategia Case, sinonimo di connettività, guida automatizzata, condivisione e servizi e mobilità elettrica».

La joint venture è stata progettata per combinare servizi nelle seguenti cinque aree: CarSharing con Car2Go e DriveNow; Ride-Hailing con mytaxi, Chauffeur Privé, Clever Taxi e Beat; Parcheggio con ParkNow e Parkmobile Group / Parkmobile LLC; Ricarica con ChargeNow e soluzioni di ricarica digitale.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti