GEELY SFIDA BAIC

Daimler, “guerra” cinese per conquistare Mercedes

di Corrado Canali


default onloading pic
(Reuters)

2' di lettura

Alla vigilia del cambio al vertice del Gruppo delle “stella” previsto per il 22 maggio, in quella occasione l'attuale Dieter Zetsche verrà sostituito ai vertice del Gruppo da Ola Kallenius, primo top manager non tedesco a guidare la Casa della stella a tre punte, si scatena una sorta una vera a propria sfida fra brand cinesi pronti alla scalata il gruppo tedesco.
Per l'industria cinese quella dei brand è sempre più una priorità: la potenza asiatica infatti è carente sotto il profilo dei marchi di reputazione internazionali. Sono infatti pochi i marchi davvero noti e sono tutti nella tecnologia e nella telefonia: Huawei, Honor che è sempre di Huawei, One+, Oppo, Lenovo e Hi-sense. Nell'automotive invece c'è il deserto.

Non a caso Geely quasi dieci anni fa comprò Volvo e recentemente ha acquisito Lotus. E siccome aveva fame di marchi ha tirato fuori da Volvo il nome Polestar e lo ha fatto diventare una vera e propria marca, dedicata alle elettriche ed ibride ad alte prestazioni. Ma Geely come accennato prima ha già una quota pari al 10% in Daimler e al momento è il principale azionista del Gruppo, a cui va poi aggiunto che di recente si è presa anche la metà di Smart. Del resto è più facile acquisire un brand già presente sul mercato che crearne uno da zero.

Brand oggi di punta come Audi ci hanno messo anni a diventare quelli che sono e altre Case anche con oltre cent'anni di storia come Skoda fanno fatica ad imporsi sui mercati internazionali. La scalata al Gruppo diventa ora una delle priorità del nuovo ceo che deve anche affrontare una situazione economica che nel primo trimestre dell'anno ha registrato profitti operativi diminuiti del 16%, vendite di Mercedes in calo del 4% e margini già giù del 6,1%, oltre ad una contrazione delle consegne in Cina del 3%, il primo mercato al mondo anche per Daimler.

Kallenius che sta preparando un piano atteso per l'inizio dell'estate in cui annuncerà una riduzione dei costi per miliardi di euro per affrontare la sfida dell'elettrificazione, il futuro di Daimler dovrà affrontare l'aggressività dei brand cinesi dell'auto pronti a scendere in campo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...