IL RISIKO DELL’AUTO

Dal mega gruppo Fca-Psa, una raffica di nuovi modelli

La prospettata integrazione tra il colosso italo americano e quello transalpino ridisegna la geografia dell’industria automobilistica e trasforma l’offerta dei rispettivi brand

di Simonluca Pini


default onloading pic
La rinnovata Alfa Romeo Stelvio my 2020, ora più connessa e dotata di un maggior numero di sistemi Adas.

4' di lettura

Il 2019 verrà ricordato come l'anno dell'annuncio dell'alleanza tra Fca e Psa, comunicata a sorpresa dopo una lunga serie di smentite. Nonostante serviranno ancora diversi mesi per il closing che porterà alla nascita del quarto gruppo mondiale con quasi 10 milioni di veicoli prodotti, l'accordo vincolante è stato firmato e la nuova entità ha in serbo un lungo elenco di modelli pronti ad allargare le gamme di tutti i marchi che comporranno la galassia condotta da John Elkann e Carlos Tavares.

Ad una prima lettura la fusione dei farebbe pensare a una forte sovrapposizione rischiando una cannibalizzazione tra i diversi brand. In realtà, come ben dimostrato dal gruppo Volkswagen, avere più marchi che propongono modelli simili dagli elevati contenuti (e con una forte condivisione di componenti) è uno dei punti chiave per avere successo in un mercato sempre più competitivo. Tutto girerà intorno alle piattaforme, alle tecnologie e anche al peso dei brand nei vari mercati. Ad oggi Psa ha investito sulla piattaforma modulare Cmp, quella della nuova 208 e base perfetta per un'ipotetica Punto. Sulle segmento A, nonostante l'annuncio di voler abbandonare questa fascia di mercato, il marchio italiano domina l'Europa con 500 e Panda e qui ne trarrebbe vantaggio il gruppo d'oltralpe, come nel caso dei modelli a trazione integrale grazie alla esperienza di Jeep. Altro punto fondamentale arriverebbe sul fronte dell'elettrificazione. Psa è in vantaggio in materia di auto a zero emissioni, a partire dalla piattaforma Cmp utilizzata anche per i modelli a zero emissioni come Peugeot e-208, e2008, Corsa-e e DS 3 E-Tense. L'architettura multienergia transalpina permette di accogliere motori benzina, diesel ed elettrici, tutti assemblati sulla stessa catena di produzione. Questo si traduce in una maggiore velocità di produzione e contenimento dei costi, senza aver dovuto realizzare una piattaforma ad hoc per i modelli elettrici come nel caso dell'architettura Meb di Volkswagen.

Nel dettaglio PSA nel 2020 avrà sette modelli plug-in hybrid in commercio e sette 100% elettriche. FCA lancerà una elettrica, tre modelli Phev e tre novità mild hybrid con impianto a 12 volt. Confermata anche la il suv compatto Alfa Romeo, primo modello FCA prodotto sulla piattaforma CMP. Se Fca potrebbe avere un vantaggio sul fronte delle tecnologie a disposizione, Psa nell'alleanza vede l'accesso al mercato americano dalla porta principale. Recentemente il gruppo francese ha dato l'annuncio del ritorno del brand Peugeot negli Stati Uniti con tempistiche di commercializzazione al 2026. Avendo al suo fianco marchi come Jeep e Chrysler, l'operazione potrebbe richiedere tempi più brevi e soprattutto garantire migliori risultati.

Novità anche per Alfa Romeo, con la piattaforma Giorgio al servizio dell'alleanza, il già citato B suv anche elettrico e il Tonale probabilmente su piattaforma EMP2. Resta invece l'incognita Lancia, marchio che si regge solo sulla Ypsilon ma che continua ad essere apprezzata dalla clientela. Per Psa il nuovo accordo potrebbe significare numeri in crescita in America Latina, dove Fca è tra i marchi più venduti e potrebbe condividere con i francesi modelli fondamentali a partire dai pick-up. Sull'alto di gamma Maserati avrà naturalmente il ruolo più importante, con una gamma già annunciata che punta all'elettrificazione dopo aver detto addio alla fornitura dei motori Ferrari.

Passando al Cavallino, fuori dall'alleanza ma naturalmente collegata a John Elkann, dopo il debutto della Roma continuerà l'ampliamento della propria gamma fino ad arrivare nel 2021 al lancio del tanto atteso Suv dopo l'arrivo di modelli come la SF90 in versione scoperta. Cambiando emisfero l'ipotetica alleanza aprirebbe il mercato asiatico a Fca. Infatti la partnership con il costruttore di auto cinese Dongfeng Motor Group ha portato Psa a ottenere migliori risultati nel Paese asiatico, numeri in possibile crescita grazie all'arrivo del nuovo suv compatto 2008.

La nuova Peugeot 2008, realizzata sulla piattaforma CMP e disponibile nelle versioni benzina, diesel ed elettrica. L’autonomia arriva a 310 km.

Recentemente il gruppo francese ha dato l’annuncio del ritorno del brand Peugeot negli Stati Uniti con tempistiche di commercializzazione al 2026. Avendo al suo fianco marchi come Jeep e Chrysler, l’operazione potrebbe richiedere tempi più brevi e soprattutto garantire migliori risultati. Novità anche per Alfa Romeo, con la piattaforma Giorgio al servizio dell’alleanza e il nuovo B-Suv anche elettrico realizzato probabilmente sulla piattaforma CMP.

La Jeep Renegade restyling, rinfrescata nei contenuti e nello stile. Il prossimo arriverà la versione plug-in hybrid

Resta invece l’incognita Lancia, marchio che si regge solo sulla Ypsilon ma che continua ad essere apprezzata dalla clientela. Per Psa il nuovo accordo potrebbe significare numeri in crescita in America Latina, dove Fca è tra i marchi più venduti e potrebbe condividere con i francesi modelli fondamentali a partire dai pick-up. Sull’alto di gamma Maserati avrà naturalmente il ruolo più importante, con una gamma già annunciata che punta all’elettrificazione dopo aver detto addio alla fornitura dei motori Ferrari.

Passando al Cavallino, fuori dall’alleanza ma naturalmente collegata a John Elkann, dopo il debutto della Roma continuerà l’ampliamento della propria gamma fino ad arrivare nel 2021 al lancio del tanto atteso suv dopo l’arrivo di modelli come la SF90 in versione scoperta. Cambiando emisfero l’ipotetica alleanza aprirebbe il mercato cinese a Fca. Infatti la partnership con il costruttore di auto cinese Dongfeng Motor Group ha portato Psa a ottenere migliori risultati nel Paese asiatico, numeri in possibile crescita grazie all’arrivo del nuovo suv compatto 2008.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...