dopo il decreto liquidità

Dal nuovo deficit al rinvio del Def: le prossime cinque tappe per i conti pubblici

È conto alla rovescia per i prossimi provvedimenti per fare fronte, in deficit, all’emergenza coronavirus, a partire dal decreto aprile. E inizia perciò un periodo di osservazione dei conti pubblici italiani fino alle previsioni economiche di primavera della Commissione Ue, attese a inizio maggio

di Andrea Gagliardi e Andrea Marini

Confindustria: "Fino a -10% del Pil nel semestre"

È conto alla rovescia per i prossimi provvedimenti per fare fronte, in deficit, all’emergenza coronavirus, a partire dal decreto aprile. E inizia perciò un periodo di osservazione dei conti pubblici italiani fino alle previsioni economiche di primavera della Commissione Ue, attese a inizio maggio


3' di lettura

Dopo il decreto sulle garanzie per la liquidità alle imprese, è conto alla rovescia per i prossimi provvedimenti per fare fronte, in deficit, all’emergenza coronavirus, a partire dal decreto aprile. E inizia perciò anche un periodo di osservazione dei conti pubblici italiani fino al varo del del Def (che slitterà a fine mese) e alle previsioni economiche di primavera della Commissione Ue, attese a inizio maggio.

Decreto aprile e deficit aggiuntivo
Il decreto Aprile (atteso attorno al 15-16 aprile) che fino all'estate dovrebbe prolungare cassa integrazione, bonus per gli autonomi aumentato da 600 a 800 euro e introdurre il reddito di emergenza, potrebbe valere oltre 60 miliardi di euro, per oltre la metà finanziati dal deficit aggiuntivo che il governo si appresta a chiedere al Parlamento nei prossimi giorni. Solo una volta trovato l'accordo su numeri e misure sarà più chiaro l’ammontare del deficit per il quale domandare l’autorizzazione preventiva delle Camere.

Loading...

Leggi anche / Dai prestiti garantiti al rinvio delle tasse, ecco il Dl liquidità

Slittamento del Def a fine aprile
Non c'è ancora certezza sulla tempistica per l'invio della relazione alle Camere sul nuovo scostamento del disavanzo per non meno di 1,5 punti di Pil, che potrebbero salire fino a 2. Il documento dovrebbe comunque approdare a Montecitorio e Palazzo Madama entro la fine della settimana. Solo dopo l'intesa europea sui fondi in campo si potrà poi scrivere il Def, che quindi, rispetto alla scadenza del 10 aprile sarà rinviato almeno a fine mese, con i nuovi obiettivi programmatici di finanza pubblica.

Il giudizio di S&P il 24 aprile
Il 24 aprile toccherà all'agenzia S&P aggiornare il rating dell'Italia. Mentre Moody’s farà la stessa operazione l’8 maggio. Lo scorso 30 marzo S&P ha dichiarato di non vedere al momento rischi di rifinanziamento per l'Italia e di non ritenere che ci sia un immediato bisogno di «aggiustare il rating». L’ultimo rilievo risale di S&P risale allo scorso 25 ottobre, con rating confermato a BBB con outlook negativo.

Leggi anche / Coronavirus, emergenza: partite Iva, ecco chi può non pagare le tasse ad aprile e maggio

A fine aprile la stima Istat sul Pil del I trimestre
Il 30 aprile è prevista infine la stima preliminare del Pil del primo trimestre 2020 da parte dell’Istat, che ha calcolato che il blocco delle attività economiche e sociali deciso dal governo con il lockdown riguarda, in termini di contabilità nazionale, il 34,% della produzione. La stima Istat sul Pil sarà un momento importante di verifica della portata dei danni del coronavirus sull’economia italiana. I numeri si annunciano pessimi. Basti pensare che il centro studi di Confindustria ha previsto una «caduta cumulata dei primi due trimestri del -10% circa». E, ipotizzando un superamento della fase acuta dell'emergenza sanitaria a fine maggio, un -6% per il 2020. Mentre Fitch stima che le politiche di lockdown provocheranno una recessione che accelera dal -1% di Pil del primo trimestre (rispetto ai tre mesi precedenti) al -6,8% del periodo aprile-giugno. Con una risalita nella seconda metà dell'anno, che farà chiudere l'intero 2020 con un Pil in calo del 4,7%.

Per approfondire

Mutui prima casa, 10 cose da sapere prima di chiedere la sospensione delle rate
Coronavirus, come si accede alla cassa integrazione d'emergenza

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti