ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAgevolazioni

Dal superbonus al bonus tv a quelli per terme, verde e rubinetti, tutti gli incentivi a disposizione

Una mappa per sapere quali agevolazioni sono a disposizione nel Paese con il link allo specifico approfondimento del Sole 24 Ore

di Nicoletta Cottone

Bonus risparmio idrico: come ottenere mille euro per cambiare sanitari e rubinetti

6' di lettura

Bonus tv, bonus idrico, incentivi per andare alle terme, ma anche superbonus, bonus facciate. Ecco una mappa per sapere quali agevolazioni sono a disposizione nel Paese. Per ogni voce c’è il link allo specifico approfondimento del Sole 24 Ore per saperne di più e per capire di quali agevolazioni si può usufruire.

Bonus risparmio idrico: fino a mille euro per cambiare rubinetterie

Il bonus idrico, finalizzato al risparmio delle risorse idriche, è riconosciuto nel limite massimo di mille euro per ciascun beneficiario, per le spese effettivamente sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021, per interventi di efficientamento idrico. Spetta per interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e per la sostituzione di apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua. Guarda il video.

Loading...

Bonus rottamazione Tv da 100 euro senza Isee

Il nuovo bonus rottamazione Tv serve per l’acquisto di televisori compatibili con il nuovo digitale terrestre. L’incentivo è necessario per il passaggio dall’attuale standard della tv digitale terrestre al nuovo standard DVB-T2, indispensabile per modifiche nell’assegnazione delle frequenze alle emittenti. Rottamando un vecchio apparecchio si ottiene uno sconto pari al 20% del prezzo di acquisto del nuovo, fino a un massimo di 100 euro. Non ci sono limiti di reddito, quindi non è necessario presentare l’Isee. È invece necessario essere in regola con il pagamento del canone Rai oppure essere over 75 e dunque essere esonerati dal pagamento del canone. Ed è necessario rottamare un vecchio apparecchio. Il bonus è valido fino al 31 dicembre 2022, salvo esaurimento anticipato del fondo di 250 milioni stanziato. Guarda il video.

Il vecchio bonus tv e decoder da 30 euro

Il nuovo bonus tv non ha sostituito, ma affiancato, il precedente incentivo per la rottamazione degli apparecchi tv, attualmente del valore di 30 euro (precedentemente era di 50 euro). L’incentivo si rivolge solo alle famiglie con Isee inferiore ai 20mila euro. I due strumenti sono cumulabili, fino a un massimo di 130 euro. Con il bonus si può acquistare una televisione o un decoder.

Bonus terme fino a 200 euro senza Isee

Il bonus terme è previsto per accelerare la ripresa del settore termale, duramente colpito dalla pandemia da nuovo coronavirus. É finalizzato a sostenere l’acquisto da parte dei cittadini di servizi termali presso gli stabilimenti termali accreditati a partire all’8 novembre. Il bonus coprirà fino al 100% del servizio acquistato, fino a un valore massimo di 200 euro. L’incentivo è rivolto a tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia, senza limiti di Isee e senza limiti legati al nucleo familiare. Ogni cittadino può usufruire di un solo bonus, per un solo acquisto, fino a un massimo di 200 euro. L'incentivo può essere chiesto una volta sola ed è nominale, quindi non può essere ceduto a terzi, nemmeno a titolo gratuito. Guarda il video.

Bonus asili nido fino a un massimo di 3mila euro

Il bonus asili nido prevede un contributo di mille euro, per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati e di forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche. La legge 160/2019 ha elevato l'importo del buono fino a un massimo di 3mila euro sulla base dell' Isee minorenni (fino a 25mila euro), in corso di validità, riferito al minore per cui è richiesta la prestazione. Il premio è corrisposto dall'Inps su domanda del genitore.

Superbonus al 110%

Il Superbonus è un'agevolazione introdotta dal decreto Rilancio che eleva al 110% l'aliquota di detrazione delle spese sostenute per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici. Il Superbonus spetta in caso di:
interventi di isolamento termico sugli involucri; sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni; sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti. Per gli interventi antisismici la detrazione già prevista dal Sismabonus è elevata al 110% per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.
Oltre agli interventi trainanti, rientrano nel Superbonus anche le spese per interventi eseguiti insieme ad almeno uno degli interventi principali di isolamento termico, di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale o di riduzione del rischio sismico. Si tratta di interventi di efficientamento energetico; installazione di impianti solari fotovoltaici;
infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici; interventi di eliminazione delle barriere architettoniche.

Bonus facciate: detrazione del 90% delle spese documentate

Il bonus facciate è una agevolazione fiscale nella detrazione dall'imposta lorda per interventi finalizzati al recupero o al restauro della facciata esterna degli edifici esistenti, anche strumentali. Sono inclusi anche gli interventi di sola pulitura o tinteggiatura esterna. La detrazione è riconosciuta nella misura del 90% delle spese documentate, sostenute entro il 31 dicembre 2021. Gli edifici devono trovarsi nelle zone A e B, come individuate dal decreto ministeriale n. 1444/1968, o in quelle a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali. La detrazione va ripartita in 10 quote annuali costanti e di pari importo nell'anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi. Per il “bonus facciate” non sono previsti limiti massimi di spesa né un limite massimo di detrazione.

Bonus mobili e grandi elettrodomestici: detrazione del 50%

Con il Bonus mobili e grandi elettrodomestici si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. L’agevolazione spetta anche per gli acquisti effettuati nel 2021, ma potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2020. La detrazione viene ripartita in dieci quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10mila euro. Per il 2021 il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione è elevato a 16mila euro. Per usufruire dell'agevolazione è necessario che la data di inizio lavori sia anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici. La data di avvio potrà essere provata dalle eventuali abilitazioni amministrative o comunicazioni richieste dalle norme edilizie, dalla comunicazione preventiva all'Asl (indicante la data di inizio dei lavori), se obbligatoria, oppure, per lavori per i quali non siano necessarie comunicazioni o titoli abitativi, da una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (articolo 47 del Dpr 445/2000), come prescritto dal provvedimento del direttore dell'Agenzia delle Entrate del 2 novembre 2011.

Bonus acqua potabile: gli importi per cittadini, commercio e istituzioni

Per razionalizzare l'uso dell'acqua e ridurre il consumo di contenitori di plastica, è previsto un bonus acqua potabile. Si tratta di un credito d’imposta del 50% per le spese sostenute tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022 per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare. Si tratta di interventi finalizzati al miglioramento qualitativo delle acque per il consumo umano erogate dagli acquedotti. L'importo massimo delle spese su cui calcolare l'agevolazione è fissato in mille euro per ciascun immobile (quindi agevolazione da 500 euro) per le persone fisiche e in 5mila euro (quindi 2.500 euro di agevolazione) per ogni immobile adibito all'attività commerciale o istituzionale, per gli esercenti attività d'impresa, arti e professioni e gli enti non commerciali.

Bonus verde, agevolazioni per sistemazione aree, recinzioni e irrigazione

Il bonus verde consiste in una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione, ma anche per la realizzazione di pozzi, di coperture a verde e di giardini pensili. Danno diritto all'agevolazione anche le spese di progettazione e manutenzione, se connesse all’esecuzione di questi interventi. La detrazione viene ripartita in dieci quote annuali di pari importo e va calcolata su un importo massimo di 5mila euro per unità immobiliare a uso abitativo. Pertanto, la detrazione massima è di 1.800 euro (36% di 5mila euro) per immobile. Sono agevolabili anche le spese sostenute per interventi eseguiti sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali, fino a un importo massimo complessivo di 5mila euro per unità immobiliare a uso abitativo. In questo caso, ha diritto alla detrazione il singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi. La detrazione non spetta, invece, per le spese sostenute per: la manutenzione ordinaria periodica dei giardini preesistenti non connessa ad un intervento innovativo o modificativo nei termini indicati.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti