ON THE ROAD NEGLI STATES

Dall’Alaska all’Arizona: idee di viaggio per l’autunno

Tra New York e le nuove frontiere: con meno turisti e prezzi più ragionevoli gli Stati Uniti sono una delle mete da considerare per chi viaggerà nei prossimi mesi

di Lucilla Incorvati


default onloading pic
Brand USA Colorado Chase Dong Great Outdoors Rocky Mountain National Park

5' di lettura

Tempo di viaggi anche a settembre e ottobre. E tra le destinazioni preferite dagli italiani ci sono sempre gli Stati Uniti. Dall' inizio dell'anno, secondo l’ente Visit the Usa, la meta è stata scelta dal 4,1% di chi ha intrapreso una lunga vacanza in un altro continente. E se tra il 2009 e il 2017 il numero di arrivi dall'Italia è aumentato del 30%, secondo il National Travel and Tourism Office (NTTO), nel 2023, dei 96 milioni di turisti che gli Stati Uniti accoglieranno, 1,2 milioni arriveranno proprio dall' Italia.

Born in the Usa, i siti Unesco negli Stati Uniti

Born in the Usa, i siti Unesco negli Stati Uniti

Photogallery18 foto

Visualizza

Dove andare
Il periodo autunnale è una delle stagioni migliori (senza folle di turisti e con prezzi più ragionevoli) per cogliere la vivacità urbana e la ricchezza di eventi della grande New York, la più gettonata. Ma anche chi vuole fare esperienze fuori dall'ordinario non ha che l'imbarazzo della scelta. Come andare alla scoperta degli scenari selvaggi dell'Alaska, del leggendario west in South Dakota, restare ammaliati dai panorami mozzafiato punteggiati dai colori del foliage in Colorado o intraprendere uno dei tanti itinerari naturalistici dell'Oregon. Tra le città da scoprire ci sono poi nuove destizioni gourmet emergenti come Tucson in Arizona e Providence in Rhode Island e nell'anno di due grandi anniversari (i 50 anni di Woodstock e i 50 della scoperta della luna) vale la pena anche di esplorare alcune destinazioni legate alla musica e alla scienza.

Brand USA Alaska Ketchikan Totem Bight Citizen Photo: Daniel Volland

In Alaska per aurora boreale
L'Alaska è la destinazione perfetta per i più intrepidi, pronti ad affrontare un viaggio nella wilderness estrema. La fine dell'estate è tra le migliori stagioni per visitare “The Last Frontier” e sperimentare il rafting nel Denali National Park, ammirare i grandiosi ghiacciai da un elicottero, pescare salmoni insieme ai locali nei corsi d'acqua di Anchorage o partire per una lunga escursione lungo l'Iditarod National Historic Trail. E poi a Fairbanks da fine agosto inizia L’”aurora season” che consente di ammirare le magiche luci dell'aurora boreale.


Il Crazy Horse Memorial Black Hills (Brand USA)

Nel South Dakota sulle orme dei leggendari pionieri
Nel South Dakota ci si immerge nella storia sulle orme dei leggendari pionieri. Da Rapid City lungo la I-90 si arriva a Deadwood, l'emblema del selvaggio west, dove giacciono i leggendari esploratori di frontiera Wild Bill Hickok e Calamity Jane e si respira lo spirito di un'epoca passata fatta di pionieri, saloon, pistoleri e febbre dell'oro. Verso sud, lungo la US-385 lo scenario cambia per lasciare spazio all'intenso verde della Black Hills National Forest e del Badlands National Park che, con il suo labirinto di guglie e pinnacoli, offre uno scenario unico per un'escursione in mezzo a una natura sorprendente. Nelle Black Hills si staglia il Crazy Horse Memorial dedicato alla leggenda dei nativi americani, che seppur in costruzione, è già considerato l'ottava meraviglia del mondo. Da non mancare il Custer State Park, che nel 2019 celebra il centenario. Per avvistare la fauna selvaggia si può trascorrere una notte in un ranch e il giorno successivo prendere parte a un game drive per un incontro ravvicinato con antilopi, alci, bufali e soprattutto uno dei 1300 mitici bisonti.

Rocky Mountain National Park

Foliage d'autunno in Colorado
Il Colorado sorprende per i suoi panorami grandiosi e la sensazione di infinità libertà. Lasciata Denver si va verso le alture del Rocky Mountain National Park dove, proprio dai primi giorni di settembre, i pioppi delle zone più alte iniziano a colorarsi fino al culmine, a fine mese, quando il parco è completamente inondato di colore (dal giallo al rosso) e centinaia di alci migrano. Una delle escursioni più spettacolari parte dalla Twin Sisters Trailhead sulla CO-7 appena fuori dal confine del parco a circa 6 miglia da Estes Park. Acquistando il pass giornaliero si ha accesso sia alla zipline che ai sentieri escursionistici. Il Colorado è il primo stato a iniziare una collaborazione con Leave No Trace, una serie di principi etici che promuovono la conservazione dell'ambiente.


Brand USA -Cascade Mountains

Oregon sulle orme di “Wild”
Natura travolgente ed eleganti centri urbani come Portland, ecco l'Oregon riassunto in due immagini. Un'idea può essere quella di farsi ispirare dal film del 2014 “Wild” con Reese Witherspoon. Ripercorrendo l'impresa della protagonista, si può esplorare parte del Pacific Crest National Scenic Trail e le aree selvagge Three Sisters Wilderness e Mount Hood National Forest. La prima è situata a 25 km a nord di quella meraviglia che è Crater Lake e presenta numerosi laghetti e stagni da godersi dopo una lunga camminata. La seconda si trova a circa 150 km a est di Portland, e rappresenta l'attrazione principale del tratto settentrionale del sentiero in Oregon. La montagna rivestita di ghiacciaio- è il vulcano attivo più grande dello stato - è circondata da foreste lussureggianti. Un altro luogo perfetto per ammirare il foliage.

Florida meta imperdibile per gli space lovers
In quanto luogo di partenza dell'Apollo 11 50 anni fa, quest'anno il Kennedy Space Center - situato a Merritt Island in Florida - è una delle mete imperdibili per gli appassionati dello spazio. Per tutto l'anno chi vuole saperne di più sulla celebre impresa potrà scegliere tra le tante attività in programma come il Visitor Complex, che racconta la storia e il futuro dei viaggi nello spazio e della ricerca. Al suo interno si trovano anche il Rocket Garden, dove le repliche dei razzi svettano sopra le teste dei visitatori, l'Heroes & Legends con proiezione di film e mostre dedicate ai protagonisi della conquista spaziale. Mentre all'Astronaut Encounter si possono incontrare alcuni veterani e interrogarli sulla loro esperienza fuori dall’orbita terrestre.


Tucson, Arizona

Da Tucson a Providence dove il food fa tendenza
Tra le destinazioni foodie emergenti c'è Tucson in Arizona, ad un'ora di macchina dal confine messicano, e dal 2016 prima città degli Stati Uniti ad essere designata Città della Gastronomia UNESCO. Motivo di vanto di Tucson, che ha contribuito all'aggiudicazione del titolo, è la presenza della più longeva tradizione di coltivazione agricola del Nord America. Uno dei grandi nomi della cerchia gastronomica locale è Janos Wilder, proprietario di “Downtown Kitchen & Cocktails” e “The Carriage house”, una rinomata scuola di cucina. La città ha un ricco patrimonio enogastronomico, con più alimenti riconosciuti dall’Arca del Gusto Slow Food ovvero cibi cresciuti in modo sostenibile ed equo. Providence, la capitale del Rhode Island, spesso rimane nell'ombra della vicina Boston, ma la città è sede di alcuni dei migliori talenti culinari del Paese. Questo grazie alla sua ubicazione e alle oltre 1.200 fattorie e 645 km di costa che la rendono una delle capitali del movimento “farm-to-table” negli Stati Uniti. La città ospita anche Johnson & Wales, scuola di cucina che ha formato noti chef della città, come James Mark del “North”, e Ben Sukle dell'“Oberlin and Birch”. Da non perdere Federal Hill, un tempo tranquillo quartiere degli immigrati italiani arrivati nei primi anni del Novecento, oggi district di pasticcerie e gastronomie della nostra tradizione.


La leggenda di Woodstock, 50 anni dopo

Ricordando i 50 anni di Woodstock
Nell'anno dei 50 anni di Woodstock gli amanti della musica dal vivo non possono perdersi il Sea.Hear.Now, uno dei festival musicali più popolari della East Coast, a 90 minuti da New York, in programma il 21 e 22 settembre. Lo ospita Asbury Park, nel New Jersey, la città affacciata sulla spiaggia che è stata inserita nelle tappe imperdibili dagli amanti della musica visto che qui Bruce Springsteen, nel 1969, ha iniziato a suonare nei club. Come ogni anno Sea Hear Now offrirà l'occasione di ascoltare alcune delle più celebri band americane suonare dal vivo, ma anche di vedere alcuni dei migliori surfisti del Paese in azione, ammirare installazioni artistiche e provare l'autentico street-food in stile Jersey.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...