rette a confronto

Dall’ateneo Slow Food alla Bocconi, quanto costano le università private

di Francesca Barbieri

(Fotogramma)

2' di lettura

Va all’università di Scienze gastronomiche di Pollenzo, nata nel 2004 in provincia di Cuneo su input dell’associazione internazionale Slow Food, il record delle rette universitarie più «salate» tra gli atenei non statali. La tassa media per iscriversi nel polo che forma gastronomi, secondo la rilevazione del Miur sull’anno accademico 2015/16, è di 10.307 euro, un soffio più alta rispetto a quella dell’università Bocconi di Milano, dove al centro dei corsi ci sono economia e finanza.

Sul gradino più basso del podio la Luiss di Roma, dove si pagano in media 8.793 euro l’anno, e a seguire le università Vita-Salute San Raffaele di Milano, la Humanitas University e il Campus biomedico di Roma (tutte sotto gli ottomila euro l’anno).

Loading...
La hit parade dei costi Le tasse medie (201/16) e massime (2017/18) negli atenei non statali
Loading...

Nel gruppo degli atenei non statali rientrano anche le università telematiche, dove gli importi medi delle rette di iscrizione sono decisamente più abbordabili. Tra le più costose rientrano la e-Campus (4.054 euro), la San Raffaele (2.161 euro) e la Giustino Fortunato (2.145 euro), mentre livelli più bassi si riscontrano alla Unitelma Sapienza (1.324 euro) e alla Leonardo da Vinci (926 euro).

Se spostiamo il focus sulle rette massime il primato spetta di diritto al corso di laurea in odontoiatria e protesi dentaria dell’università San Raffaele di Milano: il primo anno di corso costa 50mila euro, mentre negli anni successivi si scende a 30 e 25mila. Qui i ragazzi hanno a disposizione, fin dal primo anno, un laboratorio tecnologico di ultima generazione e in più sono inseriti, con un tutor dedicato, nella dental clinic dell’ospedale.

Alla Humanity University la retta piena per medicina e chirurgia è di 20mila euro, quota che scende a 16mila per gli anni successivi. Nell’ateneo che ha sede a Rozzano (provincia di Milano) è previsto un sistema di contribuzione variabile in base alla situazione economia e patrimoniale dello studente con quattro fasce.

Alla Liuc di Castellanza, invece, viene applicata una fascia unica: 6.650 euro per immatricolati ai corsi triennali e ciclo unico, con riduzioni del 25% e del 50% per voti di maturità da 94 a 100; 7.500 per le magistrali biennali e per la triennale in Business economics.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti